LIBERO di ESSERE LIBERO

 

             

Podismoincampania-Archivio-- Bacheca--Facebook--Video--Album

Questa sito non è una testata giornalistica e non prende compensi, per contatti  info@podismoincampania.it.

>---------------------------------------------------------------------------------------------<

Prima Pagina 2021

 

OTTOBRE

SUCCESSO

La sindaca di Praiano Annamaria Caso conquista il titolo regionale.

25 ott.2021

Salerno. Dopo un anno di stop e forse meglio dire due, domenica scorsa sulle strade di Salerno in occasione dell’Half Marathon “StraSalerno” l’atleta master della Fidal Annamaria Caso con i colori della società “Positano Run & Trail” con il tempo finale di 1h37’51 sulla classica distanza dei 21km,97 ha conquistato il successo del titolo di Campionessa Regionale nel singolare femminile SF 60. La partecipazione al Campionati Regionali è stato l’occasione di incontro per incontrare le tante persone e gli amici che condividono la sua stessa passione l’atletica leggera con la corsa su strada. Alla dottoressa Annamaria Caso in gara non gli è mancata la grinta, l’agonismo, la tecnica e l’esperienza di maratoneta pluricampione… poi la tenacia ha fatto la differenza, per regalare la vittoria ai praianesi che ama tanto.

 

 

Ore 8.45 dal lungomare Tafuri

XXVI StraSalerno Lembo il dominatore, Capasso super. La gara assegna i titoli regionali Master

Salerno 24 Ott. 2021

L’Half Marathon “StraSalerno è stata la gara che ha segnato il ritorno della Corsa su Strada e della competizione nella Città di Salerno. La gara con i 21km,97 metri ha preso il via dal Lungo mare Tafuri e si è corsa nelle strade della Città tra i palazzi antichi e la Salerno moderna, toccando posti belli e da cartolina. Gli atleti ben 500 hanno gareggiato in percorso interamente pianeggiante e tecnico di 10 Km,500 da ripetere due volte. La manifestazione con l’egida della Fidal è stata organizzata dalla Vis Nova Salerno ed ha assegnato i Titoli Regionali per le Categorie Master. Mattatore di questa edizione 2021 della “StraSalerno” Vincenzo Lembo atleta che corre con i colori dell’International Security, il giovane seniores ha dominato la competizione in 1h10’29”, lasciandosi alle sue spalle il generosissimo “Armando Ruggiero” della Carmax Camaldolese di 1’18”. Terzo all’arrivo “Alessandro D’Ambrosio” Collana Marathon in il tempo di 1h14’25”. La gara femminile classifica 44 donne al primo posto si legge “Annamaria Capasso” Amatori Vesuvio che ha chiuso la distanza in 1h31’03”; la napoletana vince anche il titolo regionale. Seconda all’arrivo “Katia Zaccara” Pod.Amatori Potenza (1h33’49”) terza al traguardo “Francesca Apicella” Podistica Cava Picentini 1h34’26” il suo tempo. L’organizzazione, curata da Giovanni Ferrigno ha dato a ogni singolo partecipante le dovute accortezze maggiormente nei servizi prima e dopo gara cose che spesse volte in Campania per le manifestazioni di corsa su strada pur pagando un alto contributo mancano. 

 

Giovanni Ruggiero: atleta completo e maratoneta

21 Ottobre 2021 – di Peppe Sacco

La brillante carriera, dell’atleta di Sorrento “Giovanni Ruggiero” termina dopo lunghi anni e indefiniti chilometri in pista e in strada con la manifestazione “Giro Internazionale città di Trento” l’11 ottobre del 2014.  Giovanni Ruggiero  nasce a Sorrento il 19 gennaio del 1974 e può essere definito un atleta completo appartenente al panorama internazionale; in più si può dire di essere stato il più giovane maratoneta italiano salito sul primo gradino del podio alla giovanissima età di 21anni. Una carriera iniziata alla scuola media “Bernardino Rota” con i giochi della gioventù e con la partecipazione alle finali nazionali di corsa campestre a Messina, dove con i suoi compagni guidati dal prof. Rino Fattorusso conquistarono il 4° posto a squadre. I successi nelle categorie giovanili lì ha ottenuto per i colori della Libertas Atletica Sorrento guidata dal presidente Guido Paternò. Sono in molti che ancora lo ricordano per la vittoria ottenuta con i colori di Sorrento per il Titolo Italiano di mezza maratona Cat. Juniores vinto nella sua Sorrento l’anno 1993. Dal 1994 a fine carriera agonistica ha vestito con i colori della “Guardia Forestale di Stato” e per ben sette volte si è vestito con la maglia della nazionale. Nella sua specialità la “maratona” oltre i podi e piazzamenti onorevoli conquista tre coppe del mondo a squadre, la prima ad Atene sul mitico percorso con partenza dalla Città di Maratona nel 1995, l’ultima nel 2001 a Edmonton in Canada in più la Coppa Europa a Budapest nel 1998. A livello individuale brilla la medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo a Bari nel 1997 e il 7° posto nel 1998 sempre agli Europei di Budapest. Nel suo palmares Ruggiero può vantare dei primati personale: Maratona 2h09’53” - mezza di1h02'09” – 10km strada 30’29” – 10000 m 29’30”06 – 5000 m 14’24”19. Le cronache, gli annuari Fidal e quello della Forestale raccontano affermazioni, successi personali e le vittorie importanti in campionati militari. Con la vittoria ottenuta a Cesano Boscone è consacrato maratoneta, una prima apparizione sulla classica distanza dei 42km e 195m alla giovanissima età di 21 anni il 5 novembre 1995, Giovanni mise a segno con il programma del tecnico Luciano Gigliotti una vittoria indiscussa, brillante e tenacia che aprì nuovi orizzonti per come interpretare allenamenti e gara per la maratona. Peccato per i due infortuni ricevuti durante la carriera, cosa che capitano a coloro che fanno sport agonistico con le proprie forza, incidenti che gli hanno negato l’olimpo del successo ma non certamente la popolarità ottenuta con i risultati.

 

EVENTO

Un pomeriggio di festa a Nocera Inferiore.

 

Alla presenza di un folto pubblico, autorità, dirigenti e atleti, sabato 16 ottobre si è svolta un’emozionante inaugurazione per la nuova pista di Atletica dal tradizionale colore rosso mattone stadio comunale “San Francesco D’Assisi”di Nocera Inferiore. Una ristrutturazione voluta fortemente dall’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Manlio Torquato. Alla Cerimonia per la Fidal erano presenti il presidente del Comitato Regionale Campano prof. Bruno Fabozzi, il presidente del Comitato Provinciale di Salerno Gabriele De Feo, il presidente nazionale Stefano Mei a inviato un messaggio di congratulazioni. Dopo la cerimonia sul nuovo tartan sono iniziate le gare riservate per le categorie Esordienti e Ragazzi. In provincia di Salerno con questa struttura e quella del Vestuti ci sarà più spazio per l’atletica leggera.

 

Olimpiadi a Casavatore

Scuole aperte allo sport dell’Atletica

Casavatore NA 16 ottobre

Appassionante e di singolare successo per la manifestazione fatta nel pomeriggio di sabato 16 ottobre allo stadio “Attila Sallustro” di Casavatore. Protagonista del buon risultato, l’Atletica Leggera promozionale che ha incontrato i giovanissimi delle scuole di Casavatore con un programma sportivo ed educativo. Il connubio tra il mondo scolastico e quello sportivo oltre ad ammaliare gli aspiranti atleti ha lasciato la giusta immagine dominatrice dello sport con i suoi valori educativi, poi… appassionare e stimolare, e poi ancora la capacità motoria e il risultato. Da tener conto con sottolineatura, il programma scelto di corsa è lanci adattato per fasce d’età ha dato anche dei validi degni di attenzione. Bisogna riconoscerlo, dopo il grande successo ottenuto dall’Italia alle olimpiadi di Tokio l’Atletica (e altri sport considerati minori) è ritornata (e con entusiasmo all’attenzione di genitori e dei giovani. Presente in campo il primo cittadino il Sindaco “Luigi Maglione” il vice presidente nazionale ASC “Ciro Improta” e “Domenico Errichiello” presidente New Atletica Afragola. I ragazzi, hanno concorso sotto la vigile attenzione di tecnici accreditati e numeroso il pubblico di genitori. Anche questa Olimpiadi a “Casavatore” la staffetta ha chiuso il programma lasciando in tutti i presenti l’entusiasmo che mai deve mancare nella parola sport.

 

Corsa su Strada: VIII Albanova Running

A Caserta i podisti si sfidano sui 10 chilometri

La gara per le vie del centro è vinta da Zouioula e Maniaci

18Ott.2021 di Peppe Sacco

In terra di lavoro, sulle strade di Casal di Principe, domenica 17 ottobre si è disputata la10 chilometri di corsa su strada, per la categoria Assoluta e Master con l’egida del Coni e Acsi. La consolidata manifestazione del calendario  podismo campano ha ripreso vita dopo lo stop di un anno, a causa della pandemia che nell’autunno del 2019 aveva incoronato l’ucraino Marek Adam ed Ela Stabile. Il tracciato, veloce, scorrevole, con partenza e arrivo nella centralissima Piazza Villa caratterizzato da lunghi rettilinei, è stato ripetuto dagli atleti per due volte. Protagonisti della gara maschile il terzetto composto da Lembo, Vetrano e da Zouioula, la vittoria in assoluto si decide sul rettilineo finale a 300 metri dall’arco di arrivo, il primo a staccarsi dal battistrada (Lembo) è il giovanissimo Marco Vetrano, a tre metri dalla linea di arrivo Mohamed Zouioula (podistica il Laghetto) passa il generoso Vincenzo Lembo; la gara per il primo arrivato termina bloccando il cronometro di GarePodistiche a 32’44”. Vincenzo Lembo, battistrada dai primi metri di gara scuota la testa in segno di disapprovazione quasi a dire peccato aver per la gara a un passo dal filo di lana. La gara in rosa somma la partecipazione di 54 donne, l’atleta vincente è stata Francesca Maniaci (Caivano Runners) 38’09” il tempo finale. Alle spalle della veterana la giovanissima atleta di Gragnano “Filomena Palomba” terza senza alcun demerito Ela Stabile forse stanca per la vittoria ottenuta il giorno prima a Pastorano. La Classifica finale segna all’arrivo ben 501 atleti, la vittoria riservata ai Team mette al primo posto la Podistica Frattese. Ha dato voce alla kermesse Martina Amodio.  

 

 

PODISMO: “Corri Pastorano”

Francesco Di Puoti si aggiudica la IV edizione, tra le donne eccelle Ela Stabile.

Caserta 16Ott.21 di: Peppe Sacco

Pastorano. Con egida A.S.I. e con i patrocini di Regione, Provincia e Comune la locale Associazione “Pastorano” ha riproposto in un collaudato percorso di gara all’interno della città la quarta edizione della 10Km denominata “corri Pastorano. Il successo è andato a Francesco Di Puoti con il tempo finale di 31’59”, l’atleta di Caserta veste la canotta della Tifata Runners. Seconda e terza posizione per Francesco Feola e Lamghalli Moamed. La gara femminile l’ordine di arrivo ha contato trentanove donne del gruppo di partecipanti eccelle la Master Ela Stabile (crono 38’20) della NapoliRun, l’atleta napoletana ha dominato la gara femminile già dalle prime battute arrivando al traguardo con un ricco margine di vantaggio sulle dirette avversarie Emma Marchione (seconda) e Annamaria Di Blasio. La classifica riservata ai Team in gara, vede e sorride al primo posto “Tifata Runners Caserta”. L’ordine di arrivo e tempi finali dei 308 atleti classificati e stato curato da Cronometro gara di Roberto Tornisco, ha commentato la manifestazione Gennaro Varrella.  

 

PODISMO: La due Comuni.

Decisamente piovosa la quindicesima edizione.

 

Portico (CE) 10 Ott.2021

La pioggia, caduta prima, durante e dopo la mattinata di sport ha limitato tutto ciò che la società organizzatrice aveva preparato di buono, il “personal best” che ogni atleta cerca nella classica distanza dei dieci chilometri, ed ha penalizzando il gruppo di testa con un dietrofront che per fortuna non ha compromesso l’ordine di arrivo. Alla fine, nonostante l’avversità meteo, la cittadina in provincia di Caserta ha visto arrivare centinaia di podisti pronti a onorare la manifestazione e il ricordo del M.llo Gianni Melluccio, con viva soddisfazione della società organizzatrice MACAsport, del patron Annamaria Di Blasio e tutte le maestranze Esercito incluso scesi in campo a supporto della buona riuscita. A vinto la kermesse di Portico il casertano “Francesco Di Puoti”, mentre in campo femminile la vittoria non è sfuggita alla seniores di Gragnano Filomena Palomba. Il Master 45 Di Puoti atleta della “Tifata Runners Caserta” con la sua corsa ha messo in fila i due favoriti Moamed Zouioula e Moamed Lamghali portandosi all’arrivo in Piazza Rimembranza con il tempo finale di 32’38. Per la gara femminile, l’ordine di arrivo conta 66 atlete, al primo posto con il tempo finale di 39’15 si legge Filomena Palomba la Seniores è tesserata per il Team Running  Club Napoli. Seconda e terza Ela Stabile e Teresa Stellato. Hanno presentato la manifestazione Armando Celentano e Anna Narciso la segreteria è stata curata da Gare Podistiche. Giusto sottolineare niente sconto per i non possessori di grenn pass.

 

SANACORSA – una realtà seguita e ammirata

Fin da subito una pagina moltomolto interessante.

 9 ott. 2021 di Peppe Sacco.

“Sanacorsa”, la pagina all’indirizzo di FacebooK  in rete da maggio del 2017 nata con l’intento di formare un gruppo di Podisti appassionati della Corsa su Strada, al servizio di informare commentare e raccontare l’emozioni dell’Atleta Amatore. Si legge nell’informazione: “questo gruppo è nato esclusivamente per gli amanti del podismo e dello sport in genere, il suo intento è quello di far sì che lo sport continui ad unire tutti senza limiti di età nazionalità, ma soprattutto far capire a tutti che a noi non servono sostanze dopanti ma solo una sanacorsa.” Amministratori e ideatori di questo successo che conta oltre 3000 membri sparsi in tutta la penisola, in Europa e nel lontano Messico con la Runners Universal (Sin Fronteras) del presidente Rafael Fernando Serrato Cachon  sono  Annamaria Capasso, Louis da Coppola e Luigi Angelo Esposito (foto), bravi in tutti questi anni a renderla interessante con post e condivisioni a tema. Punto di forza sono i “moderatori” che la colorano pubblicando argomenti, foto e video, degli incontri di podismo partecipati qua e là, nei tanti conduttori si riconosce “Giuseppe Beneduce” personaggio diventato un icona del podismo Campano. Questa forza con i loro argomenti accendono interessanti discussioni senza offese, ma non viene a mancare il sano sfotto. Da sottolineare, Sanacorsa non rema contro le organizzazioni, nemmeno quelle di poco pregio, senza alcun tornaconto mette in evidenza gli appuntamenti podistici dati in Campania attraverso le locandine senza pilotarne la scelta.

 

 

VIAGGIO NELLA SOCIETA “Salerno Marathon”

42KAPPA, torna a vivere nella Salerno Marathon.

Di nuovo insieme per un viaggio nel futuro tutto da scrivere.

 

Si può immaginare durante un seduta di allenamento sul Lungo Mare di Salerno che la parola chiave per dare la spinta sia stata: che ne dite di ripartire per un nuovo viaggio insieme? Poi… si inizia a parlarne fino al punto di crederci di far nascere dalle impronte del passato “Storia e Valori” di 42Kappa il nuovo Team “Salerno Marathon”. C’è sempre un vissuto passato, una radice comune, una storia, una comunione d’intenti, alla base di ciò che nasce per passione. Ci si ritrova a mettere insieme le idee, i sentimenti, i valori, e si inizia a sognare. Ecco, forse, in fondo, sta tutto lì il bello per chi pratica uno sport per passione, ossia provare piacere per ciò che si fa, un piacere puro e semplice, istintivo e intimo, che ti fa innamorare di un sogno. E qual’è il sogno più bello, se non quello ancora da realizzare? Ecco, la “Salerno Marathon” dei soci fondatori e quella per chi vorrà intraprendere il viaggio, un insieme di cose belle, un cesto di valori, idee, sentimenti, emozioni, sogni, da realizzare ognuno come vorrà, a volte da soli, altre volte insieme, ma sempre mettendoci ciò che più conta, cuore e rispetto, per se stessi e per i compagni di viaggio. È questo il messaggio che lancia la Salerno Marathon, la nuova squadra fondata a Salerno da Gabriele De Feo e tanti amici appassionati di corsa tutti amanti della lunga distanza, quasi tutti già maratoneti o aspiranti tali, ultramaratoneti, atleti di Trail running e ultra Trail, oltre che diversi triatleti. Un insieme di belle persone che desiderano affrontare sfide sempre nuove, ma che intendono farlo senza perdere di vista il divertimento e la socializzazione, da veri amatori. Il Direttivo è formato da Renato Lamberti, Gianpaolo Turco, Bernardo, Antonella Santoro, Ettore Pierri, Luigi Polichetti, Vincenzo Figliolia e Raffaele. Mirati la scelta dei colori sociali. il granata, bianco e azzurro e il disegno all’interno dello scudo sociale con le onde del mare azzurro del golfo di Salerno, che si fonde con il celeste del cielo, da sfondo il simbolo della città, il Duomo, sovrastato da due runners, uomo e donna, che inseguono i propri sogni animati dal fuoco della passione. Attualmente la società è affiliata al Centro Sportivo Italiano, ma dal 2022 sarà affiliata anche alla FIDAL. Ma, come si usa sempre dire, il meglio deve ancora venire! Auguri e Complimenti.

 

Atletica in Campania

Più spazio a Salerno e provincia per l’Atletica Leggera

Buone notizie dal settore impiantistica sportiva in Provincia di Salerno. Non solo da Nocera, dove il 16 ottobre sarà inaugurata la struttura completa per l’atletica leggera dello Stadio San Francesco, con una pista tutta nuova e di altissima qualità tecnica, con tutte le pedane e buche per salti e lanci. Infatti, finalmente dal 5 ottobre è stata riconsegnata alle Società Sportive e alla FIDAL la rinnovata pista dello Stadio Donato Vestuti di Salerno. Il Vestuti era stato chiuso dallo scorso 7 giugno e la sua riapertura era molto attesa da tutti gli operatori sportivi e soprattutto dagli atleti e dai genitori dei più piccoli. Tali risultati sono da considerarsi straordinari, specie perché conseguiti in un periodo ancora non facile e premiano l’impegno profuso negli ultimi anni da tante persone che hanno dedicato tempo e passione al loro perseguimento. Non sono mancate parole di ringraziamenti alle Amministrazioni Comunali, la Federazione, e le Società Sportive che tutte insieme cercano di fare la loro parte per il bene dell’atletica e dello sport in generale.

 

ATLETICA Tricolore Cadetti/e

Stadio Comunale Lauro Grosso di Parma 

Tre medaglie per la rappresentativa Fidal Campania.

Parma 2/3 Ottobre

Un weekend di Atletica Nazionale giovanile allo Stadio Comunale Lauro Grosso di Parma con i Campionati Italiani Individuali per regioni. In pista e nelle pedane confronto per i Cadetti/under 16 provenienti da tutte le Regioni per la vittoria dei 36 Titoli Italiani in palio. La compagine campana ha ben figurato in tutte le discipline mettendo a segno il proprio personale (cosa lodevole e di interesse per il futuro) in più sfiorando la zona podio. Il colore della Campania si è fatto notare con la giavellottista Malinka Wojcikoski “Ideatletica Aurora” con il lancio di 44,50, un lancio che la vede sul primo gradino del podio per il Titolo Italiano. L’atleta di Salerno è allenata dal tecnico Elio Cannalonga (foto), il Nella gara del Martello, Francesco Baia “New Atletica Afragola” in pedana con l’accredito di 53metri e 73cm nella seconda prova ha lanciato l’attrezzo a una distanza da sbriciolare il suo primato personale con la misura di 54,75 Baia conquista il terzo posto la medaglia di bronzo e fissa un nuovo record regionale. L’atleta di Afragola è allenato dal tecnico Antonio Russo (foto). Altra bella soddisfazione arriva anche nella gara dei 300m in vetrina il napoletano Antonio Gargiulo “Enterprise Young”, nella finale A con il crono di 36”74 conquista il terzo posto e la medaglia di Bronzo. Gargiulo è allenato dal tecnico Marcello Mangione (foto). A guidato la rappresentativa,  il Fiduciario Tecnico Regionale Giuseppe Ifigenia, dal Consigliere Regionale Carmine Paone, dal Fiduciario Tecnico del settore giovanile Marcello Mangione e dai tecnici Giuseppe Biello, Elio Cannalonga, Cosimo Melchionda, Annamaria Vanacore.  

 

6ª “Telesia Half Marathon” Vincono Mkungo e Mukadanga

Per i Team vince la “Podistica Normanna Dolciaria Acquaviva”.

Gilio Iannone e Francesca Maniaci i primi campani all’arrivo.

 

Pur presentandosi con colori diversi e con 1200 metri di percorso sostituito, dopo un anno di stop la Telesia Half Marathon ha nuovamente emozionato la città, il pubblico e i partecipanti. Quest’anno l’evento organizzato dalla S.S.D. Telesia Running ha contato 1294 arrivati di cui 151 donne. La storia di questa sesta edizione a dominarla è stato l’atleta Keniota “Panuel Mkungo”, la vittoria stabilisce pure il nuovo record del percorso di 1h01’56”. La vittoria femminile scrive nell'albo d’oro la ruandese “Clementine Mukadanga”, l’atleta è tesserata in Italia per i colori dell’Atletica Virtus CR Lucca. La gara, dei 21km.97 come da copione è partita dal Viale Europa, il percorso ha toccato punti d’interesse della valle telesina, e il vicino comune di San Salvatore Telesino, l’arrivo è rimasto in Piazza Minieri. All’appuntamento, ancora una volta non è mancata la larga partecipazione di società e podisti amatori campani, restando in tema la società di Aversa del presidente Giovanni Belluomo il duo “Podistica Normanna - Dolciaria Acquaviva” conquista il gradino più alto del podio riservato ai team. Tra le curiosità, nei primi venti arrivati maschili con un crono di tutto rispetto si contano ben cinque atleti campani, al femminile ben sette. Si può concludere dicendo: la mezza di Telese ha nuovamente esercitato il suo fascino.     

 

PODISMO – La 10Km

StraRocchese, che bella prima edizione:

si impongono Youssef e Palomba

Cento e più partecipanti (di 22 sono donne) per la prima edizione della “StraRocchese” gara podistica sulla distanza dei dieci chilometri nel set di Roccarainola. L’evento dedicato al “Territorio” è stato organizzato senza intermediari dall’Amministrazione Comunale con il supporto del C.S.I. La gara,  “di paese”, come si usa dire è piaciuta ai veterani perché si sono trovati indietro nel tempo in un podismo senza affanno e alle nuove leve perché hanno provato l’essenza che in più delle volte viene a mancare nei grossi eventi dove il protagonista in assoluto è il tormento dell’ansia. Per quanto riguarda la gara maschile, senza alcun dubbio l’interprete principale  è stato l’atleta africano del Marocco Aich Youssef (Podistica il Laghetto) battistrada dal primo chilometro, 33’18 il tempo impigato. Non meno bravo l’atleta Marco Vetrano che mette meritatamente i piedi sul secondo scalino del podio, terzo gradino per Antonio Abate. Il riassunto della gara femminile è quasi simile a quello maschile ma con il colpo di scena, la star “Filomena Palomba” (Run Club Napoli crono 40’34”) entra in una strada sbagliata, l’errore le fa perdere il netto vantaggio compromettendo la vittoria finale seconda e la terza arrivata per il podio rosa Atonia Tudisco e Claudia Bertucci. La classifica per società festeggia il Team “Baiano Runners” del presidente Fortunato Peluso. Il percorso di gara con partenza e arrivo da Piazza San Giovanni ha portato le colorate canotte nelle strade cittadine, suggestivo il passaggio tra i noccioleti. L’epilogo di questa cronaca non può terminare senza menzionare la presenza del primo cittadino Giuseppe Russo e la cordialità del cittadini rocchesi.      

 

AUGURI Hinna Atletica Sant’Antimo

Compiere quarantacinque anni di attività significa avere una storia

 

Auguroni al fondatore Giuseppe D’Aponte da sempre Presidente dell’Hinna Atletica Sant’Antimo sodalizio campano nato quarantacinque anni fa tenendo ben saldo le promesse fatte allora portate avanti con mille e mille difficoltà. Festeggiare questo traguardo è un augurio che vale per tutte quelle realtà che da decenni fanno attività sul proprio territorio e a quelle che si sono affacciate da pochissimo tempo. Il sodalizio, della provincia di Napoli in questi lunghi anni pur mantenento fede al suo mandato quello di promuove l’attività Promozionale con ragazzi/e di ogni fascia d’età e della Categoria Assoluti titoli e onorificenze a parte per queste due attività “Peppe D’Aponte non ha mai umiliato la parte amatoriale dell’Atletica Leggera perché ha sempre creduto che dopo le mamme e i papà prima o poi arriverano i figli” infatti, mai si è fatto trovare impreparato per darli ospitalità. Certamente non tutti i bambini e i giovani che hanno vissuto il sodalizio sono diventati atleti Top, ma in tutti è rimasto una larga esperienza per crescere una vita sana e di principio ciò che realmente serve. AUGURI Hinna auguri PEPPONE da Peppe Sacco.

 

Festa ad Afragola

FRANCESO BAIA Record e Bronzo nel Lancio del Martello.

 

Gioia nel Team “New Atletica Afragola” del presidente Mimmo Errichiello (ex marciatore delle Fiamme Azzurre) per l’eccellente risultato ottenuto a Parma sulla pedana del lancio del Martello “Lauro Grossi” con l’atleta Cat. Cadetti “Francesco Baia” che ha gareggiato per il Titolo Italiano Individuale in rappresentanza della Fidal Campania. Baia in pedana con l’accredito di 53metri e 73cm nella seconda prova ha lanciato l’attrezzo alla distanza da sbriciolare il suo primato personale ottenendo la misura di 54,75 (1m,2cm). Il giovane atleta campano, allenato dal tecnico Antonio Russo (foto) con questo risultato mette nel palmares la sua migliore prestazione, frantuma il Record Regionale dopo circa 30 anni e conquista la medaglia di bronzo.

 

TRAIL delle Chiancolelle

La vittoria è firmata da Giovanni Ruocco

Con egida del C.S.I. Associazione Sportiva Dilettantistica Nocera Runners Folgore ha organizzato il “Trail delle Chiancolelle – Memorial Veronica Stile”. L’appuntamento di trail running si è disputato sulla lunghezza di circa 17 km con 1070 mt D+ in un percorso indicato, anche per chi sì e avvicinato alla disciplina per la prima volta. La gara, inserita nel circuito Trail Campania al nastro di partenza ha contato oltre i cento atleti, start alle ore 9.00 davanti alla Cattedrale di San Prisco da sottolineare il tracciato ha esaltato tutte le caratteristiche principali di un Trail, l’ottima accoglienza, assistenza e organizzazione. A vincerla la distanza, l’atleta (agrumicoltore in costiera) classe 87 che veste i colori TRM Team “Giovanni Ruocco” 1h37’00” il tempo impiegato. Alle spalle della vincitrice completa il podio Giuseppe Gentile e Leonardo Mansi. La classifica femminile (24 le donne classificate) è dominata da Annalisa Cretella (Amalfi Coast Sport e More) che chiude la distanza in 1h59’59”. Seconda e terza donna Monica Alfano e Maria Vollaro. 

 

Podista alla Ribalta “Amalia Di Martino”

Tutto per inseguire un sogno

 

01Ott.21 di Peppe Sacco

Di Amalia Di Martino sono riuscito a sapere che si è avvicinata alla Corsa su Strada nel 2015 all’età di 38 anni per mettere in atto quel desiderio rimasto vivo in età giovanissima, quando partecipava ai Giochi della Gioventù; non ha ripreso con grandi ambizioni, ma con il solo desiderio di correre la maratona. Amalia è una donna felicemente sposata ed è mamma di tre figlie, con caparbieria cerchiata dai sacrifici, riesce a conciliare gli impegni famigliari con lo sport che gli piace per realizzare il suo sogno “essere una maratoneta”. Dopo una serie di gare, con la costanza negli allenamenti nell’ottobre del 2016 partecipa nella classica distanza conosciuta come la “Maratona di Lisbona”. Amalia racconta: Un’emozione indimenticabile, unica. Finalmente avevo realizzato il mio sogno. Da allora ha continuato a seguire il suo sogno e la sua squadra la “Caivano Runners”. Oggi conta dieci maratone l’ultima portata a termine è quella disputata a Roma fatta a settembre 2021. Dopo il successo nella principale città del Portogallo per la podista Amalia Di Martino tutto si stravolge quasi come una fiaba. Il presidente Luigi Celiento e il Presidente Onorario Pasquale Ummarino e gli stessi compagni di squadra apprezzano le sue doti sulla comunicazione, il buon dialogo con i giovani atleti e quello di saper coordinare con successo i progetti della società. Oggi oltre essere un valido dirigente di società Amalia Di Martino veste il prestigioso incarico Federale di Vice Presidente della Fidal Comitato Regionale Campano. Unico neo… in ogni cosa che fa, mette sempre il sorriso.

 

SETTEMBRE

 

Emozioni a Sala Consilina

STRA SANMICHELE  “Lancellotti e Iannone fino agli ultimi metri”

 

Sala Consilina (SA) 25sett.21 di: Peppe Sacco

Festa di podismo nelle strade di Sala Consilina con la corsa su strada che ha per nome “Stra SanMichele” santo patrono della cittadina in provincia di Salerno appuntamento organizzato dalla Metalfer-Podistica Brienza 2000 nel centro storico. La cronaca racconta: I due favoriti della vigilia hanno accelerato fin dalla prima salita, mettendo alle corde Giovanni Vitolo, che ha perso contatto dalla coppia di testa all’inizio del secondo giro. In vista della rampa finale, il 21enne Rocco Lancelotti (foto) dell’Atletico Potenza ha staccato il rivale della Carmax Gilio Iannone conquistando il successo. Il podio ha comunque sorriso a Vitolo, che ha difeso il 3° posto. Tra le donne, Daniela Capo (Sporting Calore) si è aggiudicata la corsa femminile davanti a Sara Cetrangolo (Cilento Run) e Gilda Borrelli (Metalfer, ). I due giri del percorso sommavano 8km. di gara, distanza raggiunta con il tempo finale di 29’34”. L’ordine di arrivo curato da AnviloTeam ha contato 90 arrivi.

 

PODISMO Napoli Corre per San Gennaro

Sport e fede "Arricchisce la vita delle persone" Piermatteo fa sua l’ottava edizione

 

Napoli 26Sett.2021 di Peppe Sacco

In un intreccio inseparabile fatto di storia, tradizione e fede, nel centro storico di Napoli, con partenza e arrivo dal Duomo di San Gennaro si è disputata la classica gara podistica che ha per finalità la grande fede per il Santo Patrono.

Anche questa ottava edizione va in archivio con un largo successo di pubblico e partecipanti e con podisti arrivati da più parti della regione, non è mancato l’atleta straniero in vacanza nella città partenopea. I dieci chilometri di gara, pur presentandosi poco adatti per una gara podistica ha riscontrato un buon risultato cronometrico per il valore degli atleti in gara. Primo assoluto sulla distanza Gianluca Piermatteo “Atl. Virgiliano” l’atleta di Scafati è giunto in Via Duomo dopo una volata solitaria, concludendo la gara in 33’28” a seguire per il podio Alessandro D’Ambrosio (Collana Marathon) e Gianmario Masucci (Cilento Run) con i rispettivi tempi 35’37” e 36’03”. La gara femminile è vinta dalla Master 45 Rosmary Antico con il tempo finale di 42’43”, l’atleta del Cilento è tesserata per l’Atletica Sporting Calore con la sua falcata ha messo in fila le pur brave avversarie: Rita Russo “Collana Marathon” e la compagna di squadra Lavinia Bellizio. Sarebbe triste, per lo sport non partecipare dove la fede arricchisce la vita delle persone.

 

 

PODISMO: in rosa festeggia Stabile

Alvignano Corre… un fiume d’emozioni, vince Di Puoti

 

Alvignano CE 26sett.2021 di: Peppe Sacco

 Bella partecipazione all’appuntamento della podistica “Alvignano Running” con egida ASI coordinata da uno Staff attento in ogni parte del programma. Una mattinata ricca d’emozioni con un tempo meteo ancora estivo al limite della sopportazione. Start ore 9.00 per gli oltri quattrocento podisti provenienti da più parti della Campania. Dopo il via, meravigliosamente come ogni gara non è mancata la parte importante che si prova in un evento di qualità “emozione” e “eccitazione” che non ti lasciano mai fino alla linea di arrivo, insomma dal primo all’ultimo atleta “Alvignano Corre” resterà un bel sogno. Per questa sesta edizione, la pagina dell’albo d’oro segna il nome di Francesco Di Puoti, l’atleta della “Tifata Runners chiude il percorso non facile con il tempo di 34’53. Secondo e terzo gradino del podio per Francesco Feola e Lamghali Moamed. Nell’ordine di arrivo si nota una quota rosa larga mettendo in evidenza più categorie. Ela Stabile “NapoliRun” festeggia il successo, con il tempo finale di 42 minuti netti. Il podio femminile conferma il secondo posto Annamaria Di Blasio e Natalia Zaloznaya. Il dopo gara conferma “Alvignano Corre” dieci chilometri che mettono gioia. 

 

Insieme per TelethonCapasso prima donna al traguardo

I DUE COMUNI :la vittoria è di Youssef Aich.

 

26sett.21 di: Peppe Sacco

Mi permetto dire:il successo di una manifestazione podistica è uno studio e si ottiene per capacità razionale, in più se maggiormente è fatta con il cuore e accoglienza per tutti. Tutto è iniziato con il suono delle campane e con l’inno di Mameli eseguito dalla Banda dei Carabinieri il resto le due Amministrazioni e i podisti con la gioia di esserci pere colorare l’importanza del tema” Insieme per Telethon” LA Gara, si è corsa nelle strade principali e in quella che unisce i due comuni di Somma Vesuviana e S. Anastasia con partenza alle ore 9.00 dal Corso Aldo Moro di Somma Vesuviana. Gli atleti circa 500 dopo Via hanno  preso la direzione Santa Anastasia “Santuario Madonna dell’Arco”, per raggiungere il 5° chilometro dove era posto il giro di boa con un ristoro intermedio. I dieci chilometri “festa di sport e solidarietà” sono stati raggiunti dopo 34’33” Le due ali di folla, i Sindaci e le Autorità civili e militare hanno festeggiato l’atleta del Marocco Youssef Aich (Podistica il Laghetto) primo in assoluto. Tra le donne con il tempo  finale di 43’18” vince Annamaria Capasso (Amat. Vesuvio) “i Due Comuni” è stata organizzata dalla A.S.D. San Francesco col patrocinio di entrambi i Comuni è si svolta con l’egida del CONI e ASI. L’appuntamento vesuviano con i poteri straordinari della “Fondazione Telethon” è un rilancio per ristabilire un primo contatto, dopo il lungo periodo di pandemia, tra la ricerca e lo sport in più ha ricordato la gara nazionale che si terrà a Napoli il 27 marzo 2022 denominata “Caracciolo Gold Run e Walkof Life” Ha presentato l’evento “Sabatino Laurenza”, classifica e tempi a cura della segreteria Cronometrogara.it

PODIO M.

AICH YOUSSEF - POD. IL LAGHETT 34.33

VETRANO MARCO BAIANO RUNNERS 35.10

ZOUIOULA MOHAMED - POD. IL LAGHETTO - 35.45

PODIO F.

CAPASSO ANNAMARIA - AMATORI VESUVIO - 43.18

STELLATO TERESA ATL. MARCIANISE - 43.33

LAMULA GIUSEPPINA ATL. TEVEROLA - 43.40

 

 

Kenia e Italia sul podio.

59ª “Podistica Internazionale San Lorenzo, trionfano: Njeru e Ermini.

Al nastro di partenza atleti provenienti da quattro paesi.

  

Cava de’ Tirreni (SA) 26 sett.2021 di: Peppe Sacco

Dopo un anno di stop, la Podistica Internazionale San Lorenzo, (gara tra le più antiche del territorio nazionale) non delude le aspettative, calcolando alla partenza centinaia gli atleti. La Kermesse, ha messo in risalto una distanza riservata per le categorie m.f. Allievi e Cadetti. Dunque è ripartita la storica manifestazione metelliana, organizzata dal Gruppo Sportivo “Mario Canonico S. Lorenzo” e dal Comitato CSI di Cava d’e’Tirreni, La gara classica, per Assoluti Maschile e Femminile è nota per classica distanza di km 7,800 e per la morfologia del percorso dal fondo stradale misto tra asfalto e pavé, per la partenza in salita, una lunga discesa e per i pochi tratti lineari. Non è mancata la felicità dei vincitori, la soddisfazione di tutti i partecipanti, gli applausi e l’entusiasmo del pubblico, il coinvolgimento di un’intera comunità.

Ore 17.00 La Gara. Con partenza ed arrivo nella frazione di San Lorenzo, il keniano Peter Mwaniki Nejeru (classe 97 Atl. Vomano) ha vinto la 59ª edizione con il tempo finale di 23’42”. Tra le donne il successo è stato della Senior Aurora Ermini “ACSI Italia Atletica” 29’20” il suo tempo.  Il podio maschile si è completato con Kisorio Hosea Kimeli (Kenia Virtus Lucca) e Hicham Boufars (Marocco International Security S.) con i rispettivi tempi 23’52” e 24’24”. Per il podio rosa la gara ha riservati scambi di posizioni con la Ermini sul primo gradino, Camilla Gatti “Atl. Fabriani conquista la seconda posizione con il crono di 29’32”. Al terzo posto Paola Patta “Podistica Solidarietà” 30’58” il suo tempo.

Ricca la premiazione, ristoro, e vari cadget, i partecipanti non hanno sostenuto alcuna spesa per partecipare. Il presidente Antonio Del Pomo annunciato Festa Grande per la 60° edizione.

 

 

PODISMO: Marco Vetrano si aggiudica i 15Km.

“Maratona della Valle del Dragone”

 Tra le donne c’è la vittoria di Ela Stabile.

Volturara AV 19sett.21

Si dice. La corsa su strada affascina migliaia di persone. Tra atleti top e atleti evoluti, molti sono Atleti “amatori” si mettono in gioco e sfidano se stessi sulle strade di un’Italia bella da conoscere tra il verde, il mare e le mura delle città. Il podismo e la corsa di Volturara Irpina, località in provincia di Avellino  conosciuta anche con il nome “Valle del Dragone” domenica 19 settembre si è corsa la distanza di quindici chilometri tra le stradine antiche di storia, nella natura incontaminata e con un’organizzazione che non ha lasciato nulla al caso. LA GARA. In Piazza Roma, oltre 200 gli atleti schierati in linea di partenza, sono partiti tra due ali di folla, al comando del primo cittadino la dottoressa Nadia Manganaro. Gia dal terzo chilometro in campo maschile si è fatta la selezione con un quintetto di atleti del probabile vincitore, in quella femminile, la napoletana Ela Stabile (foto) portava gia un vantaggio di due minuti sulla seconda. Il percorso di questa sesta edizione e stato raggiunto dopo 51’31” dal Seniores Marco Vetrano (foto), a un minuto di distacco il master Giuseppe Olimpo, terzo all’arrivo Francesco Di Puoti con 53’18”. La gara femminile, non ha fatto alcuna piega, dai primi metri con ha Ela Stabile sempre al comando che giunta al termine ha guadagnato circa sei minuti sulle dirette avversarie; Alessandra Casparini e Dina Caliro arrivate seconda e terza. L’ordine di arrivo redatto dalla segreteria “Camelot Sport” somma alla fine 191 arrivi. In Piazza Roma tanta bella gente ha fatto da cornice all’evento disputatosi con egida UISP. L’appuntamento è stato organizzato dalla locale società podistica “Avellino Runners” di Beniamino Famoso, con il supporto di varie associazioni del territorio. Il sindaco rimasto per tutta la durata della Kermesse con lei il Presidente del Consiglio Emilio Del Percio e l’Assessore allo Sport Antonio Cerrone. Ha dato voce all’evento Gennaro Varrella. 

 

 

TRAIL Solfora Vertikal…scalando il pizzo

Vincono Amendola e Delle Donne

Solfora AV 19sett.21

Con il successo organizzativo e di partecipazione va in archivio la terza edizione della gara trail “Solofra vertikal”. Quest'anno, la partenza è stata fatta dal centro storico di Solofra, adiacente la collegiata di San Michele Arcangelo costruzione risalente al 1522. Dopo un primo tratto tra i vicoli storici di Solofra, dove un tempo ubicavano le concerie della città, gli atleti in gara hanno imboccato il sentiero "sorgenti delle acque" attraversando i ruderi del castello di Volturara per arrivare poi al santuario di San Michele. In linea di partenza cento atleti come annunciati, la gara è partita alle ore 9: 30. Dalla linea di partenza al Pizzo San Michele la misura del percorso è di sei chilometri con un D+ 1200. La vittoria è arrivata dopo 54’ minuti di gara a conquistarla l’atleta che veste i colori “Amalfi Sport & More” Carmine Amendola, secondo e terzo all’arrivo Andrea Newratil e Adolfo Squitieri. Il podio femminile vede sul primo gradino Laura Delle Donne “Podistica Cava Picentini” 1h11’ il suo tempo.  seguono Maria Vollaro e Donatella Carrozza. L’appuntamento rientra nel calendario “Trail delle Contrate organizzato dall’asd Frate Vento in collaborazione con “Squadra Sentieri” con il Patrocinio del Comune Solfora.

 

ATLETICA: La finale A Oro

Lo scudetto CdS torna in Campania e Benevento fa festa.

Dopo Cinisello Balsamo nel 2016 e Modena nel 2017 l’atletica del Sud a “Carole” (Venezia) l’Enterprise Sport & Service” società di Benevento del presidente Antonella De Donato e del direttore generale Antonio Paone (foto) nel weekend di sabato 18 e domenica 19 torna a conquistare il tricolore del Campionato Italiano di Società Assoluti mettendo a segno ben 183 punti. Il club campano, conquista la vittoria grazie anche al tris d’assi azzurri cha hanno preso parte alle Olimpiadi di Tokyo il pesista Zane Weir, il marciatore Francesco Fortunato e lo staffettista Giuseppe Leonardi, Il trionfo mette in festa Benevento e tutta l’atletica del sud. Una vittoria non facile, raggiunta nella seconda giornata superando i campioni uscenti dell’Athletic Club 96 Alperia Bolzano, secondi con 174,5 punti. Terzo gradino del podio per l’Atletica Biotekna (146). Lo scudetto in rosa è conquistato dall’Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco.

 

 

PROMOZIONE - Cadetti

Francesco Baia dopo il primato un nuovo successo.

Lunedì 13 settembre, nella struttura sportiva che si affaccia sul golfo di Napoli “ Il Virgiliano” si è disputato il raduno regionale per la sola Categoria Catetti/e. Nella gara del lancio del martello (peso kg4) l’atleta della “New Atl. Afragola” Francesco Baia mette a segno un nuovo  record personale lanciando nella seconda prova l’attrezzo a 53metri e 73cm. Il giovane atleta, allenato dal tecnico Antonio Russo con questa misura si è portato a 97cm dal Record Regionale “1992 di Giovanni Montanaro” piazzandosi al secondo posto come migliore prestazione per il 2021 alle spalle di Davide Camilli “Fiamme Gialle”. Baia sabato 18 a gareggiato a Isernia “Stadio l’Angellotta” con i colori della Fidal Campania al “44° Memorial P. Masacchio”, dalla sfida a otto è uscito con il risultato per piazzarsi sul primo gradino del podio, con la misura di 53metri e 68cm. Ora per il gigante buono (così è chiamato dai compagni di squadra) si gode per pochi giorni ancora il risultato,  poi di nuovo al lavoro per affrontare il Campionato Italiano Cadetti che si terrà a Parma il 2/3 ottobre.

 

 

Festa grande in casa “Arca Atletica Aversa”

Otto i Titoli Italiani Master per gli atleti del Prof. Fabozzi

La compagine campana di San Marcellino CE “Arca Atletica Aversa” aggiunge sul medagliere otto medaglie d’oro conquistate a Rieti in occasione del Campionato Italiano Individuale Master disputatosi dal 9 al 12 settembre sul campo di gara “Stadio Guido Baldi”. Protagonisti di tanta capacità nomi noti interpreti di vittorie in altre valevoli competizioni. Per il risultato ottenuto, il presidente Bruno Fabozzi (foto) non ha nascosto il sorriso di soddisfazione per quanto hanno fatto i suoi atleti in pista e in pedana. Dalla trasferta di Rieti si contano ben quindici medaglie, otto d’oro, una d’argento e sei di bronzo. I nomi di tanta bravura che hanno vinto il  Titolo Italiano Master sono: per i lanci Patrizia Aletta NF50 con tre ori segue Simona Giorgi MF45 con due ori. Oro per Antonio D'Errico MM 55 sui 100 metri ostacoli, Oro per Luigi Ebraico MM85 nel salto in alto, Oro per Antonio Caso MM70 protagonista nei 80 metri ostacoli.

 

“Insieme per Mattia”

L’evento sportivo chiude la maratona solidale.

Casoria Na 12sett.21 - Con l’evento sportivo aperto a tutti si è concluso il progetto sposato qualche tempo fatto con grande onore e piacere dal Gruppo “PinK Road” emporio solidale formato da mamme, professioniste e giovani donne appartenenti al mondo del podismo che dedica da più di un anno i suoi sforzi al soccorso dei meno abbienti guidato da Maria Frascadore. La risposta all’iniziativa per dare vita a una “Maratona della Solidarietà” a favore del piccolo Mattia a sostegno delle spese necessarie si è conclusa con il risultato sperato grazie all’aiuto di tanti sponsor, sia per generosità dimostrate.”. Fondamentale è stata la parte sportiva del programma vissuta con larghissima partecipazione permettendo a neofiti camminatori, sportivi in genere, amici a quattro zampe e runner agonisti di essere in un sogno reale dove lo sport è un mezzo di comunicazione così importante e assume ogni volta particolare rilievo. Primo ad arrivare sulla linea di arrivi il simpaticissimo ragazzo di colore della “Macasport” Moamed Lamghali mentre per le donne è stata Francesca Maniaci della “Caivano Runner. Ora non resta che fare gli auguri al piccolo Mattia di riacquistare presto tutta la felicità che meriti. Forza!

 

PERSONAGGIO

Campionessa ieri, amatore oggi

“Giovanna Tessitore” la Dorio del sud.

Le cronache parlavano: a 17 anni l’atleta di Aversa, talento naturale… prodigiosa, poi……. Poi… la scelta difficile e sofferta, quella di troncare tutto con il mondo dell’atletica, una scelta che rimane un segreto che custodisce dentro di se, fatta al primo anno Juniores …, con un bagaglio ben consolidato e con 2’11 negli 800 metri; ben saldi restano i record Regionali fissati negli anni 1990/91 nelle distanze dei 1500, 3000, 5000 con i rispettivi tempi 4’26”05 – 9’29”03 - 17’14”04 -

Nome: Giovanna Cognome: Tessitore

Anno di nascita: 21/07/1974 San Marcellino di Aversa CE

Altezza : 160 cm Peso : 55 kg Occhi : verdi - Capelli : biondi

Sposata: con Francesco mamma di Teresa e Salvatore .

Del personaggio Giovanna Tessitore sono riuscito a scoprire che ha iniziato con l’atletica leggera in età giovanissima con la complicità del fratello e che già nel periodo delle scuole medie, ha fatto parte di una rosa di atleti più rappresentativi in Italia. In tutta la sua breve carriera conta nove titoli italiani …tra campestre, pista e strada, dieci ha vestito la maglia Azzurra, rappresentando in Europa l’Italia con eccellenti risultati e podi importanti. La gara che rimane nella storia è quella disputata e Saint Serraguimines… Francia. Una gara con la partecipazione di quattro nazioni, per quella occasione importante la giovanissima atleta del sud “cosa strana” la Fidal decise di lasciarla a casa pur avendo la forma ottimale e l’accredito, poi, per altri motivi “maggiormente più strani” è convocata a poche ore dalla partenza. Giovanna in quella occasione conquista il primo gradino del podio mettendo a segno il record italiano sulla distanza dei 3000 m Cat. Allievi in 9’29” Record Italiano imbattuto fino a quattro anni fa. Per coloro, che riescono a immaginarsi quella gara straricca di adrenalina e di emozioni, un momento di gloria italiano, invito di vederla con la colonna sonora di We Are the Champions. Sono passati anni e anni da quella decisione di mollare tutto all’improvviso, rinuncia che sa di amaro, ma bisogna rispettare la decisione senza indagare. Questo racconto costruito con ricerca fatta negli annuari della Fidal, riviste, quotidiani a firma del maestro Antonio Massaro e interrogazioni, termina con un liete fine perché Giovanna già da tempo è ritornata a correre per fare felice Francesco e forse lasciandosi alle spalle i ricordi di pura atleta mezzofondista, un ritorno che ha sentito dentro e che la tanto emozionata incondizionatamente. Un ritorno umilmente da Atleta Amatore continuando ad ascoltare i consigli del prof. Tonino Andreozzi allenatore e tecnico da sempre che lei tanto deve.

 

 

Alle pendici del Vesuvio

Il XXV Memorial Cristofaro Veneruso

 

Alle pendici del Vesuvio l’appuntamento podistico che nasce dal cuore e mette ancora gioia compie 25 anni. Chi lo vive e lo partecipa da sempre conoscendo bene l’appuntamento sa distinguere tra i mille partecipanti di una volta e i cento da quindici anni a questa parte, valutando che nulla è cambiato per il messaggio che alla fine lascia in ognuno che rimane stordito non per le cose offerte ma per la cordialità e i sorrisi che reciprocamente sono stati scambiati e maggiormente per ogni cosa che si riuscito a fare senza affanno. Anche stamani tutto si è svolto senza il pettorale, l’arco di partenza e quello di arrivo, ma per il resto niente è mancato neppure i necessari servizi che mai bisogna trascurare. Il percorso di gara è rimasto quello di sempre due giri per le strade di Volla che sommano 10.000mila metri esatti omologati tempo fa dalla Fidal. Alla fine tutti hanno vinto. Trovo giusto menzionare il primo in assoluto “Antonio Sangiovanni” e la prima donna “Lisa Argenio” poi saranno le foto a raccontare ogni altra cosa. Tutto è iniziato alle otto del mattino.    

 

PODISMO a SOLOPACA

Di Puoti e Colesanti i primi all’arrivo

 

Domenica 5 settembre le strade della Città del vino “Solopaca” si sono animate con la corsa su strada “Wine Walk, corri e cammina a Solopaca!” L’appuntamento ha preso il via nella tarda ora del pomeriggio dal Palazzo Ducale, al nastro di partenza ben 150 partecipanti con un appagante quota di atleti giovani del posto. La distanza ricavata tra gli scorci più belli del paese è stata di circa 5km primo a raggiungerla il veterano Francesco Di Puoti (foto) (Tifata Runners Caserta) al femminile Roberta Colesanti (foto) Podistica Alto Sannio. Dal primo all’ultimo senza distinzione dopo la linea di arrivo hanno ritirato lo stesso premio con i ringraziamenti dei solopachesi. A promosso la kermesse la locale Pro Loco del presidente Antonio Iadonisi con il supporto dell’ex atleta “Azzurro” il siepista Antonio Cutillo e un valido staff. Ha trattenuto discorrendo il beniamino dei podisti campani Gennaro Varrella.

 

AGOSTO

Storia di oggi

“David Nikolli” atleta da libro Cuore

La prima gara 800 m. in pista a 23 anni

 

Dall'Albania in Italia quando aveva 16 anni arrivando a piedi, attraversando i paesi Balcani. Ha fatto tutti i lavori che trovava. Poi lo sport, forse un po’ tardi, ma la cosa buona di questo atleta in età grande che gli restano molti margini per migliorarsi ancora. David Nikolli Classe 1994 ultimo di dieci figli (papà e mamma insegnanti) delle tante interviste rilasciate, una racconta con poche battute le difficoltà economiche per inseguire il suo sogno di atleta. Necessità trovate a inizio 2021 in Campania con la società “Asd Caivano Runners” del Presidente Luigi Celiento che con affetto familiare si è impegnato ad accompagnarlo nella crescita agonistica, uguale è la stima di tutti i componenti del Team dai colori Gialli Blu. David Nikolli nel bilancio agonistico dei primi sei mesi segna due podi ai campionati italiani:

Medaglia di Bronzo ad Ancona nei 1500mt nella prova dei Campionati Italiani Assoluti, Indoor e medaglia d’Argento A Rovereto nei 1500mt ai Campionati Italiani Assoluti, Outdoor le sue migliori prestazioni lo accreditano con 3'39”19 sui 1500mt.  1’47”28 sugli 800mt. 8’03”03 sui 3000mt. con la capacità di chiudere i 100mt sotto i 12” ma capace anche di correre il 10.000 metri con un netto 30’00”. Con questi risultati ottenuti in Italia David in Albania fa parte della rosa di atleti di maggior spessore, un vero peccato la negata convocazione da parte della Federazione albanese alle Olimpiadi di Tokio. Praticamente, (mia annotazione) David da gennaio è Italo/Albanese, quindi poteva partecipare alle Olimpiadi con una delle due Nazioni, ma quest’anno in Italia nessun atleta ha ottenuto l’accredito per gli 800, 1500 e 3000. La nazionale Albanese, forse risentita per la doppia cittadinanza ha preferito convocare altri atleti. Importante riportare la festa di stima che David ha ricevuto dalla cittadina metropolitana “Caivano” con il premio “Sport Strumento di Unione e Uguaglianza” consegnato dal Sindaco Vincenzo Falco e dall’intera Giunta del Comune di Caivano. Attualmente il protagonista David Nikolli è allenato dal tecnico Massimo Pegoretti, (atleta del mezzofondo più volte campione e primatista italiano sui 3000mt, 5000mt e 10000mt, ) si allena nel trentino con altri talenti come lui di cui Yeman Crippa. Concludo scrivendo: un talento, letteralmente esploso l’anno scorso. Detiene nove Record Nazionali per l’Albania e 5 Record per i paesi Balcani, in tutte le specialità del fondo e mezzofondo. Le voci di esperti dicono:potrebbe diventerà ben presto un Top Mondial.

Di: Peppe Sacco 31agosto21

 

 

Marcialonga di Monte Vergine “la tradizione”

Testimonianza di Sport e Fede, nell’albo Adim e Maniaci

Avellino 28agosto21

Ormai mitica e famosissima la gara nazionale che si corre tra i curvoni nascosti nel verde del Monte Partenio. Nella cornice di Sport e Fede, anche questa XXXIII edizione ha fatto emozionare residenti, partecipanti e pubblico, Al nastro di partenza, in Viale San Modestino, con la voce del sindaco Vittorio D’Alessio “pronti Via!” oltre 250 atleti con i loro colori sono partiti da Mercogliano per la tradizionale marcialonga di16Km, 400 nel suggestivo e tortuoso percorso che porta al Santuario di Montevergine meta di tanti pellegrini (forse prossima visita di Papa Francesco) L’arrivo posto sul sagrato ha contato ben 285 runners, nei loro occhi una storia, una preghiera e la gioia. Questa edizione, aggiunge all’albo d’oro della manifestazione Ismail Adim, (foto)atleta del Marocco che veste con i colori giallo blu della società “Caivano Runners” 1h01’55” il suo tempo; al femminile la vittoria porta gli stessi colori con Francesca Maniaci in 44° posizione e con il tempo finale di 1h20’36. Nelle note della cronaca non si può non aggiungere i nomi di Vincenzo Lembo, di Gianluca Piermatteo e quelli di Monica Alfano e di Annamaria Capasso(secondo e terzo all’arrivo). in tanti hanno passato il traguardo senza il pettorale e quelli a piedi nudi. La quota rosa ha registrato ben 30 donne. Segreteria e tempi a cura curata di Camelot Sport, il commento della manifestazione con note tecniche sulla gara del beniamino Gennaro Varrella.

 

PODISMO: Correre a Scario

Nel Cilento La classica corsa del 17 Agosto

A Scario, frazione di San Giovanni a Piro località in provincia di Salerno, si è disputata la classica gara podistica nata nel 2010 con partenza e arrivo da Piazza dell’Immacolata. Tutto si è svolto sul lungomare di Scario dove erge la chiesa già dal XVII secolo tra una colorata e festosa cornice di pubblico. Prima dell’evento podistico, fissato per le 18:30, in scena la prima parte del programma con la promozione sportiva delle categorie giovanili nelle varie distanze, in quella degli 800metri hanno primeggiato Diego Torre e Valentina Varvella. La gara riservata per i podisti appassionati e atleti top e stato il momento centrale del programma registrando sotto l’arco di partenza una nutrita partecipazione con runners provenienti da più parti della Campania, nella rosa anche atleti di altre regioni vacanzieri del posto, non è mancata la quota rosa. Il percorso di gara di otto chilometri con leggero dislivello di 100 metri alla fine è risultato ben curato da Vincenzo Iemma mettendo in bella mostra le strade e posti suggestivi del borgo sul mare, per poi portarsi nel sentiero del Garigliano uno dei tanti posti rinomati del Cilento dal panorama mozzafiato. Festeggia la vittoria in assoluto l’atleta di Capaccio “Giorgio Mario Nigro”, (foto) sul secondo gradino del podio l’atleta di Casalnuovo di Napoli “Dino Viola” terzo il cilentano “Marco Del Bue”; la gara femminile vede al primo posto la giovane atleta Erica Cesari. L’appuntamento è stato promosso dalla società “Duathlon Sant'Anna” del Presidente Domenico Baldassari, con il patrocinio del Comune e della locale Pro Loco. La manifestazione si è svolta con egida dell’Ente di Promozione CSEN.

 

Tokyo 2020, la spedizione italiana si conclude.

Richiesto lavoro di rinforzamento per il medagliere del CONI.

GRAZIE! Azzurri per risultati ottenuti e che fanno ben sperare per il futuro e per le 40 medaglie conquistate.

Eppure non è un sogno e tutto non sembra vero, mi ero disabituato a tanta gioia di svegliarmi di buon mattino per seguire le gare. Ogni giorno una medaglia e più, ogni giorno gli occhi lucidi per un podio, fino a immaginare allenamenti, sacrifici e rinunce, alle spalle di quel risultato per quel momento di gioia e lacrime che ammiravo. Non poso non ribadire all’infinito GRAZIE a ogni atleta. Non posso non nascondere la soddisfazione che mi ha dato l’Atletica Leggera per me che sono un appassionato di tutte le sue discipline, cosa e successo è nell’immaginabile, ma l’Italia grazie al lavoro ti tecnici e atleti si trova sul tetto del mondo e questa è la cosa importante e ora il Presidente Malagò è sul carro dei vincitori. Con piacere ho ascoltate le interviste fatte agli atleti ricche di commozione e con maggior interesse ho ascoltate quelle che hanno espresso parole di impegno per fare la rivoluzione necessaria per dare ampio spazio a cosiddetti Sport Minori. Sarà vero? Ma per ora mi godo ciò che mi è stato donato. Grazie Azzurri da Peppe Sacco

 

AVELLINO Sant'Angelo a Scala

Trail del Monte Vallatrone

Vittoria per l’atleta di Minori Giovanni Ruocco.

Maria Vollaro in 20° posizione prima tra le donne

 8agosto21 – di Peppe Sacco   

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 3 persone, persone in piedi, attività all'aperto e il seguente testo "VAL SPORT"    

A Sant’Angelo a Scala tranquillo borgo dell’Irpinia si è disputata la gara trail del Monte Vallatrone 16 chilometri (D+1000) tra la natura nel Parco del Partenio, l’appuntamento rientra nel circuito a tappe ''Trail delle Contrade''. Ad organizzare l’evento di trail running la società “Isaura Valle dell’Irno”con partenza alle ore 9: 00 da Piazza San Giacomo. Al nastro di partenza circa cento gli atleti d’orientamento dalle capacità di destreggiarsi nel lungo sentiero di un’antica mulattiera passando l’eremo dei Camaldolesi per poi giungere Campo Sant’Angelo fino a quota 1200metri del Monte Vallatrone per scendere di nuovo fino al punto di partenza. Anche in questo appuntamento ancora un grande risultato per l'atleta di Minori-SA Giovanni Ruocco (foto) (TMR Team) che giunge al traguardo dopo 1h30’58” dalla partenza. A 12” segue per il podio l’atleta di Venafro Andreas Nawatril, terzo Vincenzo Ruocco (Anima Trail) con 1h45’30” La prova, al femminile si è conclusa in 20° posizione dopo 2h10’50”, primo gradino del podio per Maria Vollaro (Anima Trail) seconda e terza Angelina Pepe e Donatella Carrozza.

 

Ecomarathona dell’acquedotto Carolino

Km.42,195 metri sul tracciato progettato il 1753.

Di - Peppe Sacco

Appuntamento di interesse nazionale in Campania di corsa “Trail Runnig” il prossimo 31 ottobre, promotori la UISP di Caserta e l’Associazione Nazionale Finanzieri d'Italia sez. di Maddaloni. Cuore pulsante dell’evento “La forza del Silenzio” associazione ONLUS che ha come obiettivo principale quello di fornire servizi specifici e di qualità alle persone affette da disturbo dello spettro autistico, con l’intento di migliorare la loro qualità della vita e creare un luogo di ascolto e di sostegno alle famiglie, dando voce ai loro vissuti e alle loro problematiche; a questa associazione andrà l’intero ricavato delle iscrizioni Max 250. Per la buona riuscita del programma e per un valido sostegno agli atleti in gara collaborano diciassette società podistiche, sostengono il programma tante altre realtà associative di cui si legge anche il nome dell’ASPAL Associazione Solidale formata da presidenti associazioni sportive. L’ecomaratona, è una gara ben consolidata in altre regioni d’Italia e per la prima volta approda anche nel panorama podistico campano. La maratona dell’Acquedotto Carolino alla prima edizione conta patrocini e di una lunga lista di importanti sponsor. Per gli atleti, amanti di questa disciplina, la distanza prenderà il via dalla sorgente Fizzo di Ariola, il percorso di gara completamente immerso nel verde mette in risalto tante testimonianze di rilevanza storica, il tracciato per ben 38km. è ricavato in strade e sentieri dove cammina una delle opere di maggior interesse architettonico e ingegneristico del XVIII secolo conosciuto come l’Acquedotto Carolino costruito dall’architetto Luigi Vanvitelli; i corridori arrivati a Moiano passeranno il ponte Carlo III, quello di Vallo di Durazzano e il ponte (patrimonio dell’Unesco) di Valle di Maddaloni. Per questa parte di gara sono interessati sei Comuni: Ariola, Bucciano, Moiano, Durazzano. Sant’Agata dei Goti e Valle di Maddaloni, località appartenenti alla provincia di Benevento e quella di Caserta. La parte restante del percorso per raggiungere i 42km e 195metri sarà ricavate percorrendo le frazioni pedemontano di Caserta e le strade del centro storico. L’arrivo è previsto nei giardini esterni della Reggia Vanvitelliana. Il programma e il regolamento a breve nella segreteria di CronometroGare, per informazioni Sig. Farina cell. 338.4355196.

 

PROMOZIONE

A Praiano piccoli corridori

 

Lo sport è un importante ambiente di apprendimento per i bambini e può influire sullo sviluppo dell'autostima e delle relazioni con gli altri. Credo che sia ciò che pensa la signora della maratona Annamaria Caso atleta da sempre e ben conosciuta per i suoi risultati. Sabato scorso nella località della Costiera Amalfitana (Praiano) nell'ambito dei festeggiamenti dedicato al santo patrono, piccoli corridori (circa 40) nelle strette stradine e spazi delimitati sono stati i protagonisti di una pagina ricca d’emozioni, qualità di apprendimento e di confronto. Per tutti i partecipanti soprannominati “le schegge di Praiano” dall’allenatrice maratoneta, non è mancata la gioia di ricevere la medaglia celebrativa, riconoscimento che ha lasciato il sorriso negli occhi e il ricordo della giornata di sport.

 

Night Trail Praia San Domenico

Un evento carico di fascino e suggestione

La vittoria è di Giovanni Ruocco. Al femminile vince Annalisa Cretella.

 

A Praiano località in Costiera Amalfitana, si è rinnovato l’evento sportivo carico di fascino e suggestione “Night Trail Praia San Domenico” in notturna con partenza alle ore 20:00 dalla Piazza antico Seggio, Spettacolare ammirare gli atleti con le lampade frontali accese correre i suggestivi sentieri del tracciato e nell’ arrampicarsi sulla scalinata che li portava al traguardo posto al convento San Domenico. Vittoria per in assoluto per Giovanni Ruocco classe 87 con il tempo finale di 1h10’53”. Al femminile, vittoria per l’atleta di casa Annalisa Cretella 1h29’45 il tempo impiegato. La gara ha classificato 77 atleti.

Podio maschile:

1 RUOCCO GIOVANNI 1:10:53 - TRM TEAM

2 TOLINO GIOVANNI 1:13:25 - DAUNIA RUNNING SANSEVERO

3 GENTILE GIUSEPPE 1:13:57 - AEQUA TRAIL RUNNING

Podio Femminile

1 CRETELLA ANNALISA 1:29:45 - AMALFI COAST SPORT E MORE

2 GOURSAND PARENTE GIORGIA CATHERINA - 1:46:44 PODISTICA POLLESE

3 PEPE ANGELINA 1:49:32 - NOCERA RUNNERS FOLGORE

Foto i due protagonisti

 

LUGLIO

 

Buccilli fa sua la XV edizione a Di Prizio la vittoria femminile.

PODISMO: I Normanni trionfano in terra di Abruzzo

Alla “Tre Comuni” 322 podisti campani, Vetrano il primo

Di - Peppe Sacco

Tecnicamente sarebbe la sedicesima edizione, la prima è stata corsa nel 2006, ma vi parlo di questa XV edizione che ancora una volta ha lasciato anche chi è arrivato ultimo appagato di un risultato che ha esaudito le proprie aspettative in un percorso non facile di 15 km fatto di saliscendi, sampietrini, basolato e… quattrocento scalini all’ottavo chilometro. Un tracciato tosto, che per magia diventa facile quando la corsa ti porta in posti belli come il centro storico di Rivisondoli. Pescocostanzo e Roccaraso attraversando posti di naturale bellezza in compagnia di un entusiasmante pubblico. La gara, con partenza e arrivo da Rivisondoli, è stata organizzata dalla società “Podistica 2000 Alto Sangro” del presidente Antonio Liberatore con il patrocinio dei comuni di Pescocostanzo, Rivisondoli, e Roccaraso, con l’egida l’Ente Sportivo CSEN e la collaborazione della banca di Credito Cooperativo di Roma. La vittoria in assoluto, sulla distanza e di Carmine Buccilli tesserato per l’Atl. Santa Marinella l’atleta classe 82 ha chiuso l’anello con un netto 53’00”. La gara in rosa, festeggia la vittoria di Sara Di Prinzio (71° Assoluta) “Runner Chieti” 1h06’08” il tempo impiegato. Per le società (156 in gara ) primo gradino del podio ad per la compagine campana Podistica Normanna “Acquaviva”; la società di Aversa del presidente Giovanni Belluomo trionfa con 51 atleti arrivati al traguardo nelle 2 ore. Seconda gradino, ancora Campania con la “Caivano Runers” con 39 atleti, terzo gradino per “Podisti Fredani” con 36 atleti. Considerando la larga partecipazione di atleti campani in classifica simpaticamente ho fatto un podio per mettere in risalto la performance individuale e per la trasferta fatta in una manifestazione che merita.

Podio maschile.

1° Vetrano Marco “Baiano Runners” 55’59” - 2° ass.

2° Montella Nicola “Atl. Caivano “57’34” – 7° ass.

3° Feola Francesco “Felix Running” – 58’33” – 9° ass.

Podio Femminile.

Stabile Ela “Napoli Run” 1h08’00” – 3° ass.

Razzano Grazia “Caivano Runners” 1h08’32” – 4° ass.

Marchione Emma “Felix Running” 1h09’50” – 5° ass.

Segreteria e tempi a cura di Cronometro Gare di Roberto Torisco, ha splendidamente commentato l’evento il beniamino dei podisti Gennaro Varrella. La gara ha classificato 705 atleti di cui 581 uomini 124 donne

 

ATLETICA: “Enterprise Young Meeting 2021”

Nei 200mt Cadetti nuovo record regionale.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 4 persone e persone in piedi

21luglio21 di Peppe Sacco

Martedì 20 luglio il campo di Fuorigrotta i cancelli si sono aperti all'Atletica con l’appuntamento dell’Enterprise Young ed Enterprise Sport & Service con il supporto della Fidal Campania e dell’Ente Comune di Napoli. Tra i tanti encomiabili risultati spicca anche quello di Antonio Gargiulo Categoria Cadetti classe 2006. Il giovane atleta dell’Enterprise Youn nei 200metri vince la gara e blocca il cronometro a 23”41. L’Ottima prestazione, oltre a vederlo sul primo gradino del podio gli da diritto di essere inserito nella lista dei Record Regionali. Sul secondo gradino del podio l’atleta di Bari Cosimo Pio Scherza con 24’41, al terzo il bresciano Alfredo Rainò con 24”57.

Foto: i tre protagonisti e il Vice Presidente Fidal C.R. Amalia Di Martino.

 

A Caserta l’atletica fa festa.

A Sparanise giovani atleti gareggiano per il Titolo Regionale e Provinciale di corsa su strada.

La corsa, è uno sport estremamente facile e la si può praticare ovunque e in qualsiasi momento, ma anche se così semplice richiede molta cura ed attenzioni è tutto quanto si è fatto lungo il circuito di viale Medaglia d’Oro domenica 18 luglio a Sparanise località, in provincia di Caserta. L’appuntamento di corsa su strada è stato organizzato dalla Fidal C.R. e dal C.P. di Caserta con il supporto dell' A.S. Felix Running e con il patrocinio della città di Sparanise. I giovani atleti (circa 300) si sono confrontati nelle varie distanze guardati dai propri allenatori. La manifestazione per Esordienti (500m), Ragazzi (1000m), Cadetti( 2000m) e Allievi (4000m) Il programma, per i primi di queste categorie ka assegnato il titolo Regionale e Provinciale. Le gare hanno avuto inizio alle ore 18:00, non sono mancate quelle di contorno per la categorie Juniores e quella Master. La serata di sport è stata partecipata da una folta cornice di pubblico, presente il sindaco di Sparnise Salvatore Martiello. Classifiche e titoli assegnati in Fidal Campania.

 

ASSOCIAZIONE SPORTIVA PRESIDENTI ATLETICA LEGGERA

AUGURI A.S.P.A.L. per il nuovo triennio

28luglio21

Prossimo incontro per i nuovi propositi e proposte

Nella serata di lunedì 19 presso la sede associativa della “Podistica Normanna” si è tenuta la prima riunione del nuovo consiglio direttivo dell’ASPAL post elezioni. Il Consiglio Direttivo, come da statuto, ha provveduto alla elezione del vice presidente e del segretario per il triennio 2021/2023. Sono stati eletti per la carica di vice presidente il consigliere Michele Campolattano (si è trattato di una riconferma) e per la carica di segretario il consigliere Giovanni Belluomo. Nella stessa seduta il Consiglio Direttivo ha deliberato di procedere alla redazione del Regolamento ASPAL per il 2021 da sottoporre all’approvazione dell’assemblea, nonché disposto in merito alla risoluzione di alcune problematiche procedurali e buttate le basi per alcune iniziative da realizzare in questi ultimi mesi del 2021. Prossimo incontro con tutti i Presidenti aderenti all’Associazione Solidale per nuovi propositi e proposte.

 

La “Corsa su strada” in Campania

Calendario eventi lento a ripartire.

Riflessione. di Peppe Sacco

Il sogno sperato, quello di leggere un calendario ricco di appuntamenti di corsa su strada da giugno a dicembre, purtroppo non è decollato, lasciandomi sul viso una smorfia di delusione e di consapevolezza, stessa cosa (credo) per quelle organizzazioni che si sono proposte rimaste deluse per il numero irrisorio di partecipanti che hanno aderito. La pandemia vissuta (e speriamo che non si ripeta più) ha segnato un momento storico particolare, in ogni singola persona, famiglie, nella sanità, nel mondo del lavoro e pure nello sport, sarà un ricordo difficile da cancellare, ancora oggi rimane un terribile incubo che frena l’entusiasmo di programmare e partecipare a un evento di corsa su strada. Certo non si possono nascondere le nuove abitudini subentrate che hanno abbondantemente cambiato l’atleta amatore affezionatosi a incontrarsi con modalità e in scenari diversi lontano dalla città e dai programmi dettati con tanti inutili contorni e costi esagerati; forse se si evitasse la parola “competitiva” e meno discriminazioni si ritornerebbe più velocemente alla normalità che si sta cercando di trovare. Ritornando al calendario podistico campano, oltre gli spazi vuoti lasciati, in quelle poche date che appaiono si avverte la timidezza e la cerchiatura dell’incertezza. Tra la rassegnazione e la speranza, per fortuna resta ben salda la convinzione di ritornare a gareggiare, no per necessità, ma per continuare a brillare con: emozioni, passione, lavoro di squadra e tutto ciò infiamma il cuore del podista. Pare chiaro, per ripartire “in Campania” c’è bisogno di un concreto segnale di certezza e di cambiamento per lasciarci alle spalle quelle vecchie abitudini che ahimè forse non vanno più di moda.

 

 

Barbuscio successo al “Trail delle 7 fontane”

Un altro bel risultato per Lidia Mongelli.

Avellino 18luglio21 di Peppe Sacco

A Caposele, caratteristico paese dell’Irpinia adagiato alle pendici del monte Paflagone in un’atmosfera di monti, colli e valli elementi di interesse turistico ed ambientale, si è disputata la quinta delle tredici tappe in programma per il 2021 del calendario “Trail Campania” con egida dell’Ente AICS. La gara con partenza alle ore 9: 30 e arrivo da Piazza Sanità si e sviluppata nell’ incantevole ed incontaminato scenario naturalistico del percorso ben conosciuto come “Anello delle 7 Fontane” con lunghezza di 18Km con dislivello D+980mt. L’atleta di Cosenza classe 1992 Marco Barbuso (foto) “Marathon Cosenza” dopo 1h35’04” dal via e giunto con le braccia a cielo sotto l’arco di arrivo mettendo a segno la vittoria. Secondo al traguardo solo dopo un minuto e dieci Giovanni Rocco “TRM Team” completa il podio l’inossidabile master 50 Giovanni Tolino. Tredici le donne in gara e tutte hanno ben figurato, La lucana Lidia Mongelli (foto) classe 1980 “Atl. Correre Pollinio” stupisce chiudendo la distanza in 1h59’51”. Seconda donna Annalisa Cretella “Amalifi Coast Sport e More” terza Laura Delle Donne “Cava Picentini Costa d’Amalfi” con i rispettivi tempi 2h05’53” - 2h08’24. Prossima tappa del circuito Trail Campania si terrà il sabato 31 luglio a Praiano con partenza ore 20:00.

 

 

PODISMO a Perdifumo

Nella località del XI secolo il podismo fa salotto

Salerno 17luglio21 -  di Peppe Sacco

Una manifestazione podistica messa a punto con la sola cordialità che vale più di tanti premi, se poi aggiungi pure l’accortezza e l’amicizia ritrovata somma a grassetto la parola “successo” organizzativo goduto dai cento e oltre partecipanti intervenuti da più località della regione nell’antico centro storico di Perdifumo località in provincia di Salerno che dalla sua altura abbraccia il mare Cilentano. Per l’occasione oltre al pubblico, si sono divertiti pure il sole e la pioggia insieme hanno creato un rumoroso applauso e un arcobaleno nel momento che Giancarlo Materazzi ricordava l’amico che non c’è più Marco Cascone. Il percorso gara è rimasto quello delle passate edizioni “tosto” di nove chilometri, ma che alla fine ti lascia divertito. Insomma una manifestazione non competitiva aperta a tutti capace di soddisfare e accontentare tutti, la locale Pro Loco e il presidente Agostino Pisano. Non guasta nominare i primi tre uomini e le prime tre donne all’arrivo posto in Piazza Municipio m: Giorgio Mario Nigro, Giuseppe Olimpo, Kamel Hallag. F: Monica Alfano, Carmela Grippo, Daniela Capo.

 

PODISMO:A Pondelandolfo dominio africano

“Trofeo San Donato”

Aich mette tutti in fila, per le donne festeggia Sorrentino

 

Benevento 17luglio21 di: Peppe Sacco

L’organizzazione “Podisti alto Sannio” del Presidente Gerardo Rinaldi in sinergia dei suoi collaboratori non ha lasciato nulla al caso, tutto è stato programmato per rendere un “Podismo Insieme” a prova di tutti. La gara si è svolta sul classico tracciato cittadino mosso, ondulato e con qualche salita impegnativa da ripetere per due volte risultato alla fine dalla dieci chilometri e qualche metro in più. Al nastro di partenza oltre cento atleti e tanta qualità tecnica in rappresentanza di 45 società giunte nella cittadina del Sannio da più località della Campania e regioni confinanti. Primo atleta a raggiungere la distanza il magrebino portacolori della “Podistica il Laghetto” Youssef Aich con il di 32’39”, a un solo secondo di distacco hicam Boufars, terzo Mohamed Benchelaih 33’09” In gara non è mancata la quota rosa registrando la vittoria in 29° posizione assoluta la seniores Erica Sorrentino “Atletica Protesto” 39’39” il crono. Generosa la corsa del master 45 Francesca Maniaci (Caivano Runner) staccata di solo 30”, Terza all’arrivo Paola Di Tillo (G.S. Virus). Anche questa dodicesima edizione di interesse nazionale va in archivio con il meritato successo di tutti e dell’Ente di Promozione Sportivo USacli. Con nozioni tecniche ha presentato l’evento Gennaro Varrella. Segreteria con classifica e tempi a cura GarePodistiche.

 

ATLETICA: lanci

“Antonio Cannalonga a Rieti superstar nel giavellotto.”

 

Titolo e oro per l’atleta di Salerno.

A Rieti, in occasione del Campionato Italiano categoria “Allievi” in gara nel lancio del giavellotto l’atleta di Battipaglia Antonio Cannalonga classe 2005 “Ideatletica Aurora” ha conquistato l’oro e la maglia tricolore per aver lanciato il giavellotto a 62metri, 45 misura ottenuta nel primo lancio. Antonio, figlio e nipote di Geppino ed Elio Cannalonga due ex atleti di largo panorama in questa antica disciplina da sempre presente ai giochi olimpici. Per il neo campione d’Italia non è la prima volta che ha conquistato il gradino più alto del podio, gli annuali della Fidal lo ricordano a Forlì per la vittoria per la categoria Cadetti un oro con la misura 61,93 e ancora nella categoria ragazzi è nominato per la migliore prestazione italiana e record regionale nel lancio del Vortex (attrezzo propedeutico al giavellotto) con la misura 71metri, 91 /Foto: Antonio con il nonno Elio).

 

 

ATLETICA: Emanuele Santoro in Azzurro

“L’atleta di Portici in gara a Tallinn nei 400 ostacoli”

   

Il vicedirettore tecnico per il settore giovanile Antonio Andreozzi (foto) ha comunicato i convocati per i Campionati Europei under 20 in programma a Tallinn Estonia dal 15 al 18 luglio, Sono 88 gli atleti selezionati, di cui 43 uomini e 45 donne. Nella lunga lista dei convocati che fa ben sperare il medagliere del CONI e piazzamenti onorevoli si legge pure il nome di Emanuele Santoro (foto) classe 2002; l’atleta di Portici veste i colori della società di Benevento “Enterprise Sport e Service. Santoro per la primissima volta vestirà l’azzurro della nazionale e farà squadra con Massimo Avitabile “Atl. Vicentina” e con Riccardo Ganza “Team Treviso” Giusto raccontare in breve la carriera del giovane Santoro: nato a Napoli ma da sempre ha abitato a Portici comune alle porte di Napoli, la sua carriera inizia all’età di otto anni con il tecnico Diego Perez per poi essere allenato dal suo papà Angelo ex atleta di largo panorama. Attualmente l’ostacolista vesuviano è allenato da tecnico Giampaolo Ciappa allenatore di un largo Team di giovanissimi di cui Alessandro Sibilio. La convocazione in azzurro non è piovuta per caso, ma per aver conseguito importanti piazzamenti e accrediti cronometri con un argento che vale ottenuto al Campionato Assoluti Juiniores a Bressanone.

 

 

“Sibilio continua a sognare”

ATLETICA Europei Under 23

Alessandro Sibilio campione Europeo nei 400hs.

Il risultato del napoletano di Posillipo è il miglior tempo dal 2002

 

A Tallin, prima medaglia nella competizione continentale e per di più d’oro per il medagliere italiano conquistata a Tallin è di Alessandro Sibilio. L’atleta delle Fiamme Gialle da sempre allenato da Giampaolo Ciappa dopo la prova di Rovereto dove ha conquistato l’oro, la maglia tricolore del Titolo Italiano Assoluti, il personale sotto ai 49”, (48’’96) e il biglietto per Tokio in Estonia ha nuovamente sbalordito mettendo a segno il tempo di 48”42. Per Sibilio, il crono è un nuovo personale che gli accredita nella sua specialità dei 400 ostacoli secondo alle spalle di Fabrizio Mori (47"54 Siviglia 1999) Un tempo del genere in Italia non si vedeva dal 2002 e che rappresenta la migliore prestazione italiana under 23, tolta proprio a Mori.

 

 

Podista alla Ribalta

Anna Maria Caso:la signora maratona.

 

Senza parafrasare, inizio a scrivere: Annamaria Caso la signora della maratona in Campania, impegnatissima nel sociale, oltre che in famiglia. Luogo di nascita Tramonti, ma da sempre è vissuta a Praiano, classe 1961, laureata in sociologia, sposata con l’ex calciatore difensore centrale Luigi Fiore, mamma di Isadora e Gionata. E’ con vero piacere parlarvi della signora delle tante maratone messo a segno con tempi rispettabilissimi, partecipate in più regioni d’Italia e all’estero, giusto aggiungere che nel quantificarle per disattenzione o perché sono troppe non sono riuscito a contarle. Con l’augurio di non sbagliarmi pare che la migliore prestazione sulla distanza dei 42km.195 è di 2h58'12" ottenuta a Pescara nel 2008, da sottolineare, in altre distanze vittorie e importanti pure in altre distanze e che si è sempre giudicata “Atleta Amatore”; ancora oggi per tenersi in forma per poi partecipare a un evento mirato si allena sugli splendidi tornanti della costiera amalfitana. Delle tante interviste che appaiono in quotidiani e rotocalchi metto in evidenza la seguente: <La mia prima palestra? Come tanti della mia generazione, il sagrato della chiesa del mio splendido paese con vista sull’isola Li Galli e faraglioni di Capri. Mi è sempre piaciuto giocare a calcio, i miei coetanei per il tiro possente che avevo mi chiamavano come il famoso calciatore tedesco Netzer.> Per Annamaria la corsa è arrivata circa una trentina di anni fa correndo con il marito, una necessità per mantenersi in forma nel breve periodo non calcistico. Grazie a quelle uscite famigliari invogliata ha cominciato con l’agonismo amatoriale fra i tanti pregiudizi affrontati uguali per ogni donna podista in gara e durante gli allenamenti in strada, senza alcuna esagerazione può essere definita una pioniera del Podismo Campano. Durante questi lunghi anni da atleta Master è riuscita salire sui gradini del podio mettendo al collo l’oro del tricolore, in più nel 2009 conquista il titolo di Campionessa Mondiale Master 45 vinto in Filanda. Giusto anche ricordare la sua prima società la gloriosa "VIS Nova Salerno". Di Annamaria Caso si dice pure: che è fonte di tantissime iniziative nel suo territorio, una trascinatrice eccezionale, che ultimamente l’ha portata anche ad essere promotrice del team per il quale ora gareggia, “Postano Run e Trail” Concludo questa breve presentazione scrivendo: Annamaria Caso orgoglio dello Sport che vale.

 

 

Corsalonga Sangiovannese

Il sannita Varrella taglia il traguardo della 38° edizione

La gara femminile festeggia Goursand Parente

A San Giovanni a Piro, località del Cilento, domenica 4 luglio è ritornata la Corsalonga Sangiovannese con i suoi nove chilometri che guidano gli atleti nelle bellezze storiche e paesaggistiche e che si affaccia dal pianoro della Ciolandrea sul golfo di Policastro dove si gode un panorama mozzafiato che abbraccia quattro regioni. La gara, si è svolta nel consueto emozionante tracciato che mette a dura prova ogni atleta per i suoi continui saliscendi fatti in lastricato, asfalto, cemento e sterrato. Alla partenza, fissata per le ore 18: 00, si sono registrati 131 atleti di cui 19 donne. Con una corsa solitaria negli ultimi 500metri del percorso il sannita Gennaro Varrella ha tagliato il traguardo bloccando il cronometro a 33’13”; l’atleta della Caivano Runners con questa vittoria per la quarta volta è scritto nell’albo d’Oro della manifestazione, l’ultima vittoria risale al 2016. Sul secondo gradino del podio il giovanissimo Luce Carmine “Atl. Isaura Valle dell’Irno” terzo per il Master delle Fiamme Azzurre Antonello Landi. La gara femminile ha festeggiato l’atleta tesserata per la podistica “Pollese” Giorgia Chatherina Goursand Parente 43’57” il suo tempo, alle sue spalle la Master 45 Rosmery Antico “Atl. Sporting Calore” terza Serena Del Regno tesserata Runcard. L’organizzazione è stata curata dalla a.s.d. Cilento Run, durante la premiazione e stato consegnato anche il “Trofeo Nicola Paradiso” trofeo che ricorda il fondatore della Corsalonga. La segreteria, la classifica e tempi e stata curata Camelotsport.it di Francesco D’Anisi.

 

Le PinK Road = “Malattia d’Amore”

L’emporio per la solidarietà a settembre “Insieme per Mattia”

 

 L’evento in data 12 di settembre l’ho metto per un attimo da parte per presentarlo poi alla fine. Invece voglio riparlarvi delle “PinK Road” in modo diverso di come sono state presentate tempo fa perché dopo il progetto solidale portato a termine con rispetto della privasi durante il momento caldo della pandemia, con il cuore sensibile e il viso nascosto hanno continuato senza sosta a tendere la mano perché gli altri la stringessero come segno di affetto e no di pietà; una vera “Malattia d’Amore” a pari passo senza trascurare il tran tran giornaliero e quello famigliare. Le “PinK Road” (giusto ribadirlo) è formato da podiste campane in gran numero dell’aria nord di Napoli con appartenenza a più società, sono mamme, professioniste e giovani donne che dal mondo sportivo amatoriale della corsa hanno sentito la necessità di mettersi insieme per creare un “Emporio Solidale” L’evento “Insieme per Mattia” che si terrà a Casoria comune attaccato a Napoli in data 12 di settembre servirà per la raccolta di fondi per donare al piccolo Mattia l’udito.

 

 

“Cava Green Valley”

Tolino e Cretella sul primo gradino del podio

 

L’asd Team Animatrail, l’Associazione Amici di Monte Finestra con l’organizzazione tecnica del Centro Sportivo Italiano domenica 4 luglio hanno organizzato a Cava de Tirreni l’evento sportivo “Cava Green Valley” trail running della lunghezza di 10km con 465mt di dislivello positivo e un percorso particolarmente indicato valido per atleti esperti e anche per chi si è avvicinato alla disciplina del Trail da poco tempo. La gara, con partenza e arrivo dalla millenaria Badia di Cava de Tirreni, ha toccato i punti più incantevoli dell’alta Via dei Lattari con Capodacqua, Cappella Vecchia, Sorgenti alte del Cesare e Cappella Nuova. Protagonista di questa edizione 2021 con il tempo finale di 51’44” il master 50 Giovanni Tolino (foto) “Daunia Running”, l’atleta di Avellino si è lasciato alle spalle i due agguerriti e giovani avversari Giuseppe Gentile “Tornado” 52’25” e Gennaro Ferrara “Dinamyc Fitness” 52’25”. Al femminile, Annalisa Cretella “Amalfi Coast Sport” chiude la distanza in 1h03’39” seconda e terza Laura Delle Donne 1h06’07 e Monica Alfano 1h08’34” “ Podistica Cava Picentini Costa D’Amalfi. La segreteria “Anvilo Team” ha registrato l’arrivo di 119 atleti di cui 14 donne.

 

PODISTI ALLA RIBALTA

“Gabriele De Feo”

Podista amatore con due incarichi importanti.

 

Gabriele De Feo, Salernitano anni 53, sposato, due figlie, in età giovanissima intraprende la carriera militare presso l'Accademia Militare di Modena, e oggi è Colonnello. Gabriele De Feo nella sua città “Salerno” oltre a essere conosciuto per la brillante carriera militare è guardato con ammirazione per la condotta sportiva e per i ruoli importanti e significativi ricevuti espletati con dovizia. Diventa podista per mantenersi in forma e mantenere i requisiti per essere un buon soldato, ma anche per allenarsi per le abitudinarie partite di calcio. Nel 2006 per motivi militari si trova in missione in terra austriaca è catapultato a partecipare alla prima frazione di km 16 alla “Vienna City Marathon” con lui un collega finlandese, un tedesco e un francese. E’ in quella occasione che si innamora letteralmente della corsa diventando poi un amante geloso. Di quella giornata ricorda: La cosa più bella fu l'arrivo, sotto l'arco d'ingresso al palazzo reale degli asburgo (Hofburg), infatti, noi primi tre staffettisti aspettammo l'ultimo al 42' Km, e percorremmo i mitici 195 metri varcando il traguardo tutti insieme. Da quel traguardo di Vienna può vantarsi oggi di essere un maratoneta a pieno titolo. Solitamente per motivi di lavoro si allena dalle tre o quattro volte a settimana in orari sempre diversi. Per il colonnello i sogni non si fermano mai, e quindi sulla lunga distanza si prefigge due obiettivi consecutivi, una mezza maratona ed una maratona nel periodo autunnale. Sempre da sportivo attualmente porta avanti due incarichi importanti il primo è quello di Presidente Comitato Provinciale Fidal di Salerno e quello di presidente della nuova società nata in Città con denominazione “Salerno Marathon” E' sicuramente una grande sfida, non priva di ostacoli e difficoltà, posso solo dire che ce la metto e metterò tutta per non deludere i tanti amici che hanno voluto onorarmi della loro fiducia.

 

 

Da Cuma a Napoli “Lampadedromia Half Marathon”

Vittoria per Di Domenico e Ungania.

Fidal e partecipanti amareggiati.

 

Sabato 26 giugno nelle strade da Cuma a Napoli i 173 podisti classificati hanno corso l’edizione dell’ Half Marathon “Lampadedromia” evento rientrante nell’ambito della VI edizione di Giochi Isolimpici Partenopei. L’appuntamento competitivo è stato organizzato dall’Amaratea APS con egida della Fidal. Sulla locandina ben visivi i sedici scudi che hanno patrocinato l’evento e un programma e un regolamento ben dettagliato. Questo ricco appuntamento si legge anche una cronaca nel sito ufficiale della Fidal Campania che dice: Spettacolare arrivo per l'edizione 2021 della Lampdedronia, anche nota come "Torch Relay Half Marathon of Naples". La manifestazione partita da Cuma ha avuto per arrivo lo scenario particolare del lungomare di Napoli. Ha la meglio in questa edizione Pasquale Di Domenico, portacolori della società organizzatrice , Amartea APS, che chiude in 1h26'24". Alle sue spalle Aldo Carbone (Cosenza K2) con 1h32'10, quindi terzo Vincenzo Cirillo (Amatori Marathon Frattese) con 1h 43'36", seguono 170 arrivati nella classifica maschile. In chiave femminile vince Giovanna Ungania (Old Star Ostia) con il tempo di 1h44'33, seguita da Rita Russo (Collana Marathon Napoli) 1h44'55" e Rosa Di Benedetto (Ikkos Atleti Taranto) 1h47'42". Seguono 27 donne. Ben 60 le società partecipanti. E continua: Da segnalare comunque il disappunto espresso in Federazione da molte società e partecipanti, che hanno segnalato un'organizzazione piuttosto scadente, con assistenza carente e nessuna attenzione al traffico cittadino che non è stato minimamente controllato. La FIDAL regionale attende una relazione sui fatti da parte del GGG.

 

ATLETICA 400hs

ROVERETO: Alessandro Sibilio vince e stacca il pass per Tokio.

Il napoletano per la prima volta sotto il muro dei 49’’

Dopo l’ultima vittoria in azzurra, fatta registrare agli Europei a squadre, il talento napoletano allenato dal tecnico Gianpaolo Ciappa, ancora una volta ha sbaragliato la concorrenza nella sua specialità dei 400 ostacoli difendendo i colori militari delle Fiamme Gialle in occasione dei Campionati Italiani Assoluti disputati nell’ultimo week end a Rovereto. Si dice: un risultato condizionato dal grande caldo. Tornando alla cronaca della gara, Sibilio a gareggiato in terza corsia e dopo lo start, con una condotta di gara impeccabile fa bloccare il cronometro in campo a 48’’96, con questa gara Alessandro Sibilio abbatte il muro dei 49” fissando la sua miglior prestazione, il risultato lo mette in lista per il pass per le prossime Olimpiadi di Tokio. Il napoletano veste anche i colori della “Riccardi Milano 1946” e già qualcuno l'ha voluto paragonare al campione del mondo di “Siviglia 99” Fabrizio Mori primatista italiano della specialità, con il tempo di 47"54. Personalmente senza togliere niente a nessuno sento a breve termine un 47”53 e chissà se non accadrà a Tokio. Oltre a Sibilio a Rovereto staccano il pass Eleonora Marchiando nei 400 metri ad ostacoli femminili, Dariya Derkach nel salto triplo femminile, Tobia Bocchi nel salto triplo maschile e Ala Zoghlami nei 3000 siepi maschili, ora manca soltanto l’ufficialità.

 

GIUGNO

Ricordando Andrea ...un amico un atleta

PODISMO - La 10Km successo per Vitolo

In gara anche l’algerino Hallag Kamel

 

Battipaglia SA 26 giugno.

Pomeriggio di podismo in provincia di Salerno organizzato dalla storica società “Atletica Aurora” sul tracciato kartistico ben conosciuto come il “Circuito del Sele” utilizzato per l’occasione come percorso di gara da ripetere per cinque volte. Da sottolineare la collaborazione della Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia. Spiega una nota della società organizzatrice: l’evento è un omaggio a un proprio atleta distintosi per elevate doti di valori sportivi ed umani. Il primo a passare la linea di arrivo Giovanni Vitolo atleta della Carmax Camaldolese con il tempo finale di 32’09” A seguire Nicola Montanile e Allag Kamel, L’algerino mezzofondista classe 1971 in Italia dal 1999 ha chiuso la distanza in 33 minuti. La corsa al femminile è stata vinta da Carmela Stabile “Napoli Run” 38’55” il suo tempo. Seconda e terza sul podio Biscardi Maria Grazia e Giuseppina la Mula. Ha dato voce all’evento “Martina Amodio” Tempi e classifiche di Francesco D’Anise.

 

XII COPPA CRISTOFARO

“Running Club Napoli” nell’albo d’Oro

La tradizione è stata rispettata, in archivio anche la dodicesima edizione conservando in bacheca emozioni e…

  

La Coppa Cristofaro, l’appuntamento di sport fantasioso che va oltre l’immaginazione, anche quella più fervida e illuminata, ha rispettato l’impegno e la tradizione. I tanti singoli coinvolgimenti e i momenti agonistici, hanno riempito le appassionate ore dal primo pomeriggio con i giovanissimi di ogni età protagonisti sul manto erboso del campo San Michele con le gare di velocità. La macchina organizzativa, non si è lasciata intimidire dalla via vai di persone e dei graditi ospiti rimasti fino a tarda sera, forse alla fine un po’ stanchi per l’ora tardi, ma ritornando a casa con quel piacere dentro che ti riconcilia con i momenti vissuti lontani dall’approssimazione e dalla maledetta pandemia è stata messa da parte. I tantissimi premi, (e che premi) per i vincitori e le cose offerte con cuore ai presenti è la parte meno interessante del programma oscurato dai mille colori sprigionati da ogni persona: adulta, giovane o bambino e dagli atleti che hanno interpretato le prove con l’impegno agonistico e poi di nuovo insieme. La serata di Sport e Amicizia a salutarla il tradizionale taglio della torta accompagnato dal brindisi finale e poi i luminosi fuochi pirotecnici nel ricordo di Cristofaro e a conferma della tredicesima edizione. La parte sportiva, maschile e femminile, ha fatto segnare nella lista dei partecipanti nomi di atleti eccellenti appartenenti al panorama regionale campano e quello nazionale; non sono mancati glorie del passato e atleti stranieri. Questa dodicesima edizione “Volla NA 26 giugno scrive nell’albo d’Oro della manifestazione sia al maschile che al femminile la “Running Club Napoli” del presidente Vincenzo Esposito. Secondi al podio maschile il gruppo “Marco Cascone” l’amato giornalista e presentatore. Al femminile un eccellente Team “Dragonfly” tutto master capitanato dall’ex atleta Giovanna Tessitore. Terzo gradino per un’altra squadra Master “Atletica Caivano” e ancora giovanissime del “Hinna Atl. Sant’Antimo. Giusto ricordare i nomi dei protagonisti delle prove individuali che hanno lottato con la potenza del gesto atletico facendo la differenza sul punteggio finale per fare la differenza sull’assegnazione del Trofeo. Nella distanza dei 1500 metri la vittoria è stata di Marco Vetrano e Michela Piermatteo. Nei 1000 metri De Nicola Francesco e Martina Maione. Nell’avvincente staffetta 2x800 vittoria al femminile per le gemelle Carmen e Emanuele Perfetto al maschile per De Nicola Pasquale in coppia con Antonio Pastore. La quarta e ultima prova chiamata “Americana” (gara ad eliminazione) nell’ultima volata a tre la prova ha registrato la vittoria di Annamaria Naddeo. Nell’Americana al maschile non sono mancati colpi di scena per il troppo impeto, per l’amaro in bocca per essere stato eliminato e la soddisfazione di aver partecipato con una rosa di atleti Top. La prova si è conclusa con una finale a 5 sulla distanza dei 400 metri ha premiato l’atleta Michele Caggiano. Giusto concludere la cronaca dicendo: l’evento si è svolto con l’egida del CONI e dell’OPES Italia l’organizzazione e stata curata dal Team SILMA Atl. Cristofaro che non ha preteso alcuna tassa di partecipazione, ogni prodotto e merce rimasta è stata consegnata per beneficenza alla vicina Parrocchia. L’organizzazione ha aperto le porte anche alle coppie di anziani che vivono nella zona in solitudine. La signora Lina (mamma di Cristofaro) ha ringraziato i presenti con la semplice e significante l’esclamazione “Grazie!”

 

 

Una storia che si ripete dal 1965

54^ edizione del Trofeo Giorgio Bravin

Bronzo e Argento per i campani Scarano e Capanna

 

Roma 19giugno21

Si sono contati oltre 300 atleti, sabato 19 nello stadio “Paolo Rosi” di Roma, per prendere parte alla più antica manifestazione di atletica leggera giovanile che si svolge in Italia organizzata dall’Ente di Promozione Sportivo ASI. Ha collaborato per la buona riuscita l’ASI Atletica Roma e il Comitato Regionale Fidal Lazio. Nella gara dei 100 metri Maria Francesca Scaran “Amat. Atletica Napoli” Cat. All. corre la distanza in 12”62 conquistandosi il bronzo. Ha vinto la gara Elena Vergaro asd Alto Lazio con il tempo 12”53. secondo posto per Elisa Fostatelli “Fiamme Gialle”. In gara per i 1200 siepi H 76 S.R. Cadetti ben dodici atleti di varie regioni. Per la Campania Vincenzo Capanna (foto). L’atleta classe 2006 tesserato per “Arca Atletica Aversa A. Aversano” a chiuso con il tempo di 3'41"48 conquistandosi l’argento. Il podio a visto salire al primo posto Stefano Di Profio (3’34”03) Polisportiva Chieti terzo Andrea Tocci (3’41”49)Runners Ciampino. Vincenzo è allenato dal suo papà Ilario.

 

 

“Trofeo Città di Telesia”

Dominio etiope con Taye Girma e Sutume Kebede.

Gara avvincente i un percorso nervoso rispetto al precedente, protagonisti gli atleti amatori.

Telese BN 20giugno2021

In archivio la XIV edizione del “Trofeo Città di Telesia” con il meritato successo organizzativo di sempre e con la cittadina in festa. La manifestazione, ha registrato ben 1275 iscritti, gran risultato se si vanno a valutare le problematiche e le normative in vigore a causa della pandemia. La gara, ha registrato sia al maschile che al femminile il dominio degli atleti africani, una doppietta tutta etiope con i successi di Taye Girma 29’11” il suo risultato cronometrico e di Suture Afesa Kebede che ha chiuso la distanza in 17ma posizione e con il tempo finale 32’31” l’atleta di colore ha sfiorato il record della corsa (detentrice Valeria Straneo nel 2012 con 32’24”) da tener conto, che questo tempo Kebede l'ha stabilito sul nuovo percorso di gara più nervoso rispetto al precedente. Il podio telesino femminile si è completato con Sofiia Yaremchuk con 33’03” al terzo posto Etagegne Woldu con 34’38”. La gara maschile, avvincente sin dall’avvio con un nutrito gruppo in testa poi ridottosi a sei unita fino a meta gara, a fare da battistrada il Campione Italiano dei 10000 in pista Iliass Aouni dove sembrava che controllava tutto, ma alla fine è giunto quarto al traguardo. Bella e ricca di qualità la corsa interpretata Nekagenet Crippa che ha chiuso a soli quattro secondi dal primo, terzo all’arrivo il Keniano Dickson Simba Nyakundi 29’16” il suo tempo. Protagonisti della Kermesse di Telese gli appassionati atleti amatori, a loro un bravo come un do di petto del tenore Enrico Caruso, per la personale capacità tecnica e per aver sfidato l’eccessivo caldo

 

 

PODISTI ALLA RIBALTA

“Antonella Santoro”

<La corsa mi ha fatto recuperare la fiducia, un grazie anche alla mia amica Anna>.

 

Dopo le rubriche “Chi è ?” e “La Cartolina” è da tempo che scrivo per “Podisti alla Ribalta”, la storia in riassunto pressappoco dal tema “Amici e la Corsa” cercando di mettere in risalto chi coltiva lo sport dell’atletica e della Corsa su Strada. E’ la volta di presentarvi la podista dai capelli ricci Antonella Santoro; prima ciclista e poi podista, in entrambe discipline si ha che fare con una tizia che in pieno inverno o in estate, più volte a settimana e più volte ad allenarsi. Meglio dirlo: Antonella, la corsa, la pratica in maniera non capricciosa perché si identifica Atleta Amatore, non ama il confronto, ma non è indecisa e quando gareggia dall’anima, anche perché è del segno del Leone, nata nella notte dei sogni il 10 agosto del 1973. Di lei i pregi e i difetti nella quotidianità e nello sport pareggiano, ma sono gli amici a fare l’ago della bilancia identificandola come una persona di cuore. Per la nostra insegnante, la passione per la corsa nasce circa quattro anni fa ed è stata un toccasana arrivato in un brutto momento rimasto alle spalle. Al mattino il primo pensiero va alle persone care e poi scrive i buongiorno alle persone speciali. Veste con la canottiera dell’Atletica Salerno, ma nel cuore gli è rimasta quella verde della 42 Kappa società che l’ha tenuta a battesimo. Si allena cinque giorni su sette tre volte la settimana nella corsa e altri due allenamenti settimanali li riserva alla bici primo amore del tempo libero. Non ha un allenatore, non segue programmi né diete, però non nega di seguire i suggerimenti di un compagno di squadra, che giudica: atleta esperto, competente e forte. Non ricorda esattamente quante gare ha fatto, ma quella che l’ha emozionata di più che gli è rimasta dentro è stata la “Strasalerno” correndola come un sogno che si avvera che l’ha portata a, quando, da ragazza, correva nella sua città per i giochi della gioventù. Ora vuole realizzare il sogno di correre la distanza di nome Maratona. Auguri Antonella

 

 

Trail dei Monti Ebolitani

Maresca e Alfano sul primo gradino del podio.

 

In un percorso ricco di bellezze lungo 15 km, con un dislivello positivo di 790 mt, articolato fra tratti sterrati e sentieri, intervallati con qualche breve tratto in asfalto la “Sele Marathon Eboli”, con il supporto della Fidal e del Comune di Eboli, ha organizzato sabato 19 giugno la quarta edizione del “Trail dei monti ebolitani”. La gara è partita nelle prime ore del pomeriggio da Piazza SS Cosma e Damiano, in modalità individuale, con intervallo di 20” secondi fra un’atleta e l’altro. Centoquindici gli atleti classificati, la vittoria di questa quarta edizione a conquistarla è stato Maresca Mario “Atl.Tornado” con tempo finale 1h09’11”, Mario in questa specialità di corsa rientra nella rosa dei migliori atleti. Ventisei le donne in gara, la prova femminile ha festeggiato la Master 45 della “Podistica Cava Picentini Costa d’Amalfi” Monica Alfano arrivata in dodicesima posizione con l’ottimo tempo di 1h27’55”. L’evento va in archivio con il meritato successo. Classifica e tempi a cura di “Camelot Sport” di Francesco D’Anise. (foto di repertorio- del protagonista di A.Naddeo)

 

 

OSTACOLI: Santoro d'argento nei 400 ostacoli

L’atleta campano di portici Emanuele Santoro (foto) con i colori dell’Enterprise Sport&Service in quinta corsia con un ottimo senso del ritmo a corso la finale nella sua specialità dei 400 metri ostacoli al Campionato Italiano Juniores disputatosi a Grosseto (11/13 giugno) allo stadio Carlo Zecchini vincendo la medaglia d'argento; Santoro a chiuso la distanza in 52’97”. La gara è stata vinta da Massimo Avitabile “Atl. Vicentina” con il tempo finale di 52”70. In terza posizione Riccardo Ganz “Team Treviso con 53”01. In questa specialità hanno prese parte ben 43 atleti suddivisi in sei batterie. Santoro ha conquistato la finale con 53’93 vincendo la quinta batteria.

 

Francesco Baia

Terzo in Italia fra talento e capacità. Domenica 20 prossima gara.

 “In pedana oscilla per prepararsi alla costruzione del movimento, con tre o quattro rotazione fa girare il martello al di sopra della propria testa prima di lasciare l’attrezzo che vola e cade completamente nei margini interni delle linee bianche che delimitano il settore di caduta a 51 metri e 25 centimetri”. Ecco ciò che è successo nella gara del Lancio del Martello (peso 4kg.) sabato 12 giugno a Napoli sulla pedana del Campo Virgiliano nella giornata della quarta e ultima prova del DdS Cadetti/e. Francesco Baia (foto) atleta della “New Atletica Afragola” simpaticamente soprannominato dai suoi compagni di squadra “il nostro gigante buono” con questa misura oltre alla vittoria si piazza terzo in Italia (anno 2021) e a 3,45 dal record regionale 1992 di Giovanni Montanaro. Per il giovane di Afragola, studente al “Liceo Scientifico Cacciopoli di Napoli” domenica prossima in compagnia del suo allenatore Antonio Russo parteciperà al “Trofeo Interregionale Città di Ariano” in pedana per il Getto del Peso.

 

 

Campionato Italiano Juniores e Promesse

ATLETICA Stadio Carlo Zecchini

“Trasferta di prestigio per l’Atletica Agropoli. Oro per i campani nella Staffetta 4X400.”

 

A Grosseto, il capoluogo maremmano, per il secondo anno consecutivo è ritornata la grande atletica valida per il Campionato Italiano Juniores e Promesse, nel fine settimana da venerdì 11 a domenica 13 giugno, con i migliori giovani atleti del panorama nazionale. L’appuntamento ha messo in palio 82 titoli per le categorie Under 20 e Under 23. La manifestazione stavolta avuto un programma completo, anche con le gare più lunghe di mezzofondo e di marcia che non erano disputate nella scorsa edizione. In crescita quindi i numeri dell’evento: più di 1800 atleti iscritti per oltre 2500 presenze in gara rappresentanza di 323 società provenienti da ogni regione; nella lista anche l’Atletica Agropoli, una trasferta di prestigio perché la società campana del presidente Angelo Palmieri ha ben figurato nei tre giorni, cominciando subito col botto con Chiara Tarani (foto) che entra nella top ten del triplo promesse, per lei nono posto generale e nuovo personale con 12.16mt. Non meno bravi i compagni di squadra che mettono a segno piazzamenti e ottimi riscontri che fanno ben sperare per un futuro in azzurro. Maglia Tricolore e Oro al collo nella 4x400 categoria Promesse per Perazzo Amedeo, Celiento Lorenzo e Andrea Romani, i tre atleti campani assieme al compagno di squadra “Atletica Riccardo Milano 1946” (foto)Di Nunno Simone di San Donato Milanese hanno vinto il titolo Italiano con il tempo finale di 3’16”35

 

Podisti alla Ribalta  

Giuseppe Beneduce :L’amico di Tutti

 

Per l’amico di tutti, la Corsa schiarisce i pensieri, farla è utile, è una speranza per chi è affetto da una permanente patologia, la definisce: “un modo davvero efficace per scrollarsi di dosso la nebbia che talvolta avvolge”; è chiaro capire, per Giuseppe la corsa ha un valore cha va oltre lo sport. La passione di correre nasce circa quattro anni per l’esigenza di cambiare stile di vita e dell’alimentazione, basta ricordare il peso che portava addosso ben 110 chilogrammi. Nell’abbiente del podismo campano è voluto bene per il brillante educato modo di fare. Da lontano è facilissimo distinguerlo per i capelli alla Yul Brynner e per il braccio in posizione uso asta win selfie per gli scatti a go gogò . Corre per i colori della Carmax Camaldolese. In pochi sanno che è un accreditato istruttore di spinning. felicemente sposato, papà di una meravigliosa principessa e che occupa un importante lavoro. Auguri Giuseppe e buona Corsa.

 

 

MAGGIO

Podisti alla Ribalta

Giuliana Costanza: tutto è iniziato dopo le gravidanze.

Senza alcun dubbio e “per buona sorte”, le donne, negli ultimi 30 anni hanno trovato spazio in ogni ambiente della società. Nell’ambito sportivo il numero di donne praticanti all’attività sportiva in modo regolare è smisuratamente cresciuto; naturalmente non mi riferisco alle donne che fanno dello sport la loro professione, ma di tutte quelle che si sono affacciate timorosamente al mondo sportivo senza trascurare gli impegni famigliari, Tra le tante non manca alla lista Giuliana Costanza (foto). Il passato sportivo di Giuliana racconta che si è appassionata della corsa circa quindici anni fa e che tutto è iniziato dopo le gravidanze, per perdere qualche chilo, testimone è l’amica “Mariarchetta” compagna da sempre e dei tanti chilometri fatti insieme. La storia di diventare un atleta amatore, la scelta di appartenere a una società sportiva per condividere la gioia, pressappoco è uguale alle tante storie di tanti appassionati che si sono avvicinati al mondo del Podismo. La passione per la corsa mette Giuliana a dura prova perchè l’ attua di buon mattino, per l’esattezza “prestissimo” dopo aver aperto il Bar di cui è titolate e lavora con maestria e competenza. Di lei, si è scoperto che in tutti questi anni di aver sempre messo in pratica una corsa a sensazione, durante l’allenamento gli piace ascoltare la musica o conversare con l’amica del cuore, in gara non guarda mai l’orologio perché non gli piace prendere riscontri; di essere orgogliosa di appartenere alla “Podistica Frattese” e all’Associazione solidale Pink Road. Oltre alle innumerevole dieci chilometri conta 13 mezze maratone è sei sulla distanza dei 42km 195 metri, In casa è fiera essere coccolata dal marito Angelo e di godere il pieno affetto dei figli Pasquale e Adele, i tre la ritengono (“la guerriera”) campionessa di energia.

 

Che successo per la “Campestre Reale” s’impongono Zouioula e la Maniaci.La gara negli spazi del Real Sito di Carditello

Il Real Sito di Carditello ha ospitato la “Campestre Reale”, l'evento sportivo che ha visto partecipare tanti atleti e appassionati della corsa su strada arrivati da più località della Campania e regioni limitrofi. L’appuntamento ha riscontrato il successo sperato grazie anche alla buona accoglienza e alla puntualità dell’organizzazione. La gara, con partenza alle ore 9, si è sviluppata su un percorso interamente campestre ripetuto per ben tre volte misurando alla fine otto chilometri e poche centinaia di metri, suggestivo il passaggio nel bosco di eucalipti. L’intero ricavato (senza detrarre alcuna spesa dalla quota d’iscrizioni) è stato devoluto all’associazione “La forza del silenzio”, che si occupa di autismo. Promotrice del programma, la società RunLab con stretta collaborazione della Fondazione del Real Sito. Protagonisti della mattinata i ragazzi dell’associazione "La forza del Silenzio” accompagnati da Imma Chiatto, i ragazzi con genitori e operatori hanno inscenato una minirun e partecipato alla premiazione. La cronaca della gara registra la bella vittoria dell’atleta del team “Podistica il Laghetto” Mohamed Zouiola con il tempo finale di 25’23. A seguire Ismail Adim del “Caivano Runners” crono: 25’40”. Terzo all’arrivo Mario Capuani “Atl. Venafro” tempo 26’40. Il successo femminile mette, invece, al primo posto la forte master del team “Caivano Runners” Francesca Maniaci, 31’22” il suo tempo; infine il secondo e terzo posto sono andati rispettivamente a Rita Russo di “Collana Marathon” e Maria Verolla di RunLab. Ha dato voce alla manifestazione Martina Amodio.

 

“Tutto comincia dai Cadetti”

Al Campo Virgiliano la quarta e ultima giornata del CdS Cadetti/e

L’atletica leggera, comincia in larga parte con le sue discipline da questa categoria comprese quelle di velocità che hanno un incremento sulle distanze. C’è chi afferma che resta l’età giusta a specializzarsi in ciò che piace di più o in cui si è più dotati. Sabato 12 giugno a Napoli al Campo Virgiliano posto sulla collina di Posillipo ha ospitato il quarto e ultimo appuntamento valevole per il CdS. e nuovamente (caldo a parte ) i giovanissimi si sono messi in bella mostra con risultati soddisfacenti, rivincite personali e primati personali. Un progetto nato dalla spinta del Fiduciario Tecnico Regionale Peppe Ifigenia dal responsabile tecnico delle attività giovanili Marcello Mangione (foto), e da Diego Perez tecnico di Marcia. Un idea già sviluppata in passato con l'approccio all'atletica multidisciplinare per il completamento della lateralità nei giovani. Il regolamento è fondato sulla possibilità di svolgere due gare nella stessa giornata, ma una delle due deve essere o un salto o un lancio. Oltre al completamento delle capacità coordinative dei ragazzi questo approccio è servito anche ad avvicinare sia gli atleti che i tecnici alle altre discipline.Le società che si sono distinte in questa prima fase. sono state l'Ideatletica Aurora di Salerno, l'Enterprise, l'Atletica Scafati, la Libertas Benevento e la Budokan Portici quest’ultima una società che dopo anni di ottimi livelli nei Master, si sta avvicinando al mondo del giovanile nella maniera adeguata.

 

Atletica: Ragazzi e Ragazze alla ribalta.

MEMORIAL GIULIANO FINICELLI

“La mattinata di sport si svolta con il buono umore e con le direttive di creare atleti di domani.”

Che lo sport faccia bene ai bambini è noto, oltre che confermato da tanto studi scientifici e risaputo da tutti compresi i genitori. Lo sport li aiuta a socializzare, trasmette loro valori importanti per la vita (come la lealtà e l’amicizia) ed è una forma di svago e divertimento che accresce il loro benessere. Questo è stato il programma che ha voluto ricordare il giovane Giuliano Finicelli nella struttura Cercola campo “Giuseppe Piccolo” domenica 13 giugno. La Categoria Ragazzi/e anno 2008/9 si è impegnata in gare di velocità, lancio e salto. A promuovere l’appuntamento il Presidente della Fidal Campania C.P. di Napoli “Vincenzo Esposito” con il supporto della società Running Club Napoli e il G.G.G. Fidal di Napoli. "Nonostante il caldo è stata una giornata importante ed emozionante, abbiamo messo in campo tutte le forze come comitato provinciale di Napoli e come società poiché era la prima uscita oltre che volevamo onorare al meglio la memoria di Giuliano Finicelli. Vedere i ragazzi contenti al termine delle premiazioni ci ha dato la conferma della buona riuscita riempiendo a tutti i preseti  il cuore di gioia” è quanto ha dichiarato il presidente Fidal.

 

PERSONAGGIO

“Massimo Cimmino: podista con l’arte di emozionare”.

Come in altre regioni, pure al podismo campano non manca la pattuglia di fotografi stimati fortemente per la loro “arte in click”. Tra i tanti, prendo come esempio “Massimo Cimmino” napoletano classe 76 che vive da appassionato amatore la corsa su strada dall’età di 18 anni, oggi rappresenta il beniamino di tutti per i click e filmati che riesce a fare prima durante e dopo una manifestazione riconoscibile tra la folla per il sorriso che lo distingue e lo smartphono attaccato all’asta selfie di regia. Non posso nascondere che Massimo con quella semplice attrezzatura manovrata con estro e fantasia fra scatti e video racconta l’emozione dei partecipanti e dell’evento. Si racconta: la prima asta selfie acquistata serviva per tenere lontani i cani randagi durante le uscite di primo mattino fatte con la moglie Carmen. La prova di fotografo in corsa non ha una data certa, ma fu fatta durante una corsa di allenamento con l’abituale gruppo di amici, da quel giorno storico nasce in Facebook “Massimo RunLiveCam” la pagina dove si trova: foto, album fotografici e video che raccontano il podismo e la corsa su strada fatta in Campania.

(Foto Massimo  e la moglie Carmen)

 

I giovani incontrano l’Atletica.

Parte il programma della Run Lab, gli aspiranti atleti affidati a Vittorio Perrotta

 

Primo incontro di allenamento con i giovani allo stadio 'Angelo Scalzone' di Casal di Principe. Un programma promosso dalla società Run Lab del presidente Agostino D’Alterio presente al campo con l’assessore allo Sport Antonio Schiavone e Francesco Guida (consigliere Fidal Caserta) per dare il benvenuto ai tanti giovanissimi. All’apertura dei cancelli non è mancata l’emozione sciolta dal frastuono, la gioia e la forza che sprigionavano gli aspiranti atleti affidati poi al tecnico istruttore Vittorio Perrotta, ex mezzofondista negli anni ottanta. Un impegno serio, tenuto nel cassetto da tempo, diventato fattibile dopo i lavori di ammodernamento della struttura sportiva incluso la pista di atletica e le pedane.

 

5000 metri

Per Giovannelli e Maniaci il Titolo Regionale

 

Napoli Campo Virgiliano. Sulla pista di atletica e le pedane del campo di Posillipo Sabato 29 e domenica 30 maggio si è disputato il raduno regionale per la categoria Assoluta Maschile e Femminile valido per l’assegnazione del Titolo Regionale Individuale. A brillare nella distanza dei 5000metri Raffaele Giovannelli e Francesca Maniaci. La gara maschile per l’atleta dell’International Security Service si è conclusa con un tempo finale di tutto riguardo di 14’45”65. Hanno completato il podio Gilio Iannone “Carmax Camaldolese” tempo 15’55”92, e Michele Caggiano “Running Club Napoli” con 15’07”47. Tutta una palpitazione la prova femminile, in ogni giro per l’impegno messo per raggiungere la vittoria finale e per conquistarsi un gradino del podio. Vince la prova Francesca Maniaci, staccando di 17” secondi l’agguerrita avversaria Alessandra Passariello “Atl.Agropoli”. L’atleta della Caivano Runners festeggia la vittoria e il titolo con il tempo finale di19’42”58. Terza all’arrivo Ana Eiri Del Rio “Running Club Napoli” con 20’02”42.

(foto Giovannelli e Maniaci)

 

MARCIA: Il caldo ha prevalso su tutti

Titolo Regionale per Grasso e Marroccella, Magliulo e Russo due ottime prestazione.

  

Napoli, Campo Virgiliano 29 maggio. Nelle  due gare di Marcia in programma, il 10mila metri maschile e il 5000 metri femminile hanno assegnato il Titolo Regionale Individuale della categoria Assoluta ad Angelo Grasso “Sannio Runners” e Emilia Marroccella “Running Club Napoli. Protagonisti, con la vittoria in assoluto Vincenzo Magliulo e Annalisa Russo, i due atleti hanno partecipato fuori gara perché non tesserati per società della Campania. Risultato cronometrico interessante nella distanza dei 10mila metri (25 giri di pista) per l’atleta di Frignano (CE) Vincenzo Magliulo tesserato in Puglia con la società “Enterprise Giovani Atleti”. Il master 45 ha bloccato il cronometro a bordo pista a 45’27” tempo che risulta la migliore prestazione del 2021 di categoria.  La  5km di Marcia riservate alle donne festeggia l’atleta di Sant’Antimo Annalisa Russo “Atl Valsugana Trentino” allenata dal Tecnico Diego Perez segnando  sulla linea di arrivo la vittoria e un tempo finale di 24’23”70. Durante le due prove il caldo improvviso ha messo a dura prova i partecipanti penalizzati pure dalla normativa anti Covid che non prevedeva spugnaggio e ristoro. (foto repertorio: Magliulo e Russo)

 

Il Cross “Un rione per l’atletica”

Un rione per l’atletica nella giornata del 2 giugno a Teverola comune in provincia di Caserta dove è stato realizzato una gara di “Cross” una campestre in un magnifico spazio di verde circondato di case con gli abitanti a fare da spettatori da balconi e finestre. Una vera chicca che ha lasciato un chiaro messaggio ai ragazzi e adulti della zona “avvicinarsi allo sport dell’Atletica”. Ad organizzare il tutto la locale società “Atletica Teverola” con egida del Comitato Fidal di Caserta che per l’occasione ha assegnato il Titolo Regionale Individuale. Ogni gara si è svolta su un tracciato di mille metri, tecnico per i presenti falsipiani, curve ed altro. Alla bella iniziativa baciata dalla giornata di sole, non è mancato l’entusiasmo dei presenti e dei giovanissimi atleti con i sorrisi e la gioia dei genitori. Per la categoria master ecco i due podi.

MASCHILE:

1 ZOUIOULA MOHAMED - POD. IL LAGHETTO 16.49

2 OLIMPO GIUSEPPE ATL. ISAURA VALLE DELLIRNO       17.38

3 IORIO ENRICO INTERNATIONAL SECURITY S. 18.18

FEMMINILE:

1 LAMULA GIUSEPPINA - ATLETICA TEVEROLA       21.23

2 VEROLLA MARIA - RUNLAB LITERNUM ALBANOVA BRIAN 23.37

3 OLIVA FILIPPA GIOIATLETICA ASC S. MARCELLINO 23.43

Foto Atleti in  gare

 

Nei 400hs affonda gli avversari

Magnifico Sibilia!

EuroTeam a Chorzow

 

Prima gara in pista e prima vittoria azzurra ha fatto registrare agli Europei a squadre Alessandro Sibilio grazie alla splendida vittoria nei 400 ostacoli. Il napoletano di Posillipo dopo il via ha controllato la parte iniziale della gara diventandone il padrone sul rettilineo finale senza lasciare scampo agli avversari mettendo a segno la vittoria con un pregevole 49.70. Alle sue spalle britannico Alastair Chalmers con 49.95. Lontano il terzo il francese Ludvy Vaillant 50.76. Per l’atleta delle Fiamme Gialle (allenato da sempre dal tecnico Giampaolo Ciappa) quest’anno per la terza volta corre la distanza sotto i 50 secondi. Una vittoria importante, un oro dal successo internazionale, dopo il 49.25 al meeting di Savona. Alessandro Sibilio: è nato a Napoli nel quartiere di Posillipo il 27 aprile 1999. Dopo aver iniziato con nuoto e basket, è passato all’atletica nel 2009 dedicandosi soprattutto agli ostacoli, sfiorando il podio tricolore da cadetto nel 2014. Agli Studenteschi del 2016 è arrivato un progresso improvviso di quasi due secondi nei 400 piani. In quel anno ha vinto due titoli agli Europei under 18, sui 400 ostacoli con uno strepitoso recupero finale e nella staffetta mista. Protagonista anche agli Europei under 20 del 2017 di Grosseto dove si è messo al collo l’argento dei 400 ostacoli e l’oro della 4x400 grazie a un’altra prodigiosa rimonta ribattezzata “rettilineo Sibilio”. Nel 2018, dopo un buon avvio di stagione (MPI juniores nei 300hs in 37.21) è stato frenato da un infortunio ma poi è rientrato fino a conquistare il titolo mondiale under 20 con la 4x400 azzurra. Nel 2021 ha ripreso la sua crescita con i personali sui 400 piani (46.13) e soprattutto nei 400 ostacoli, migliorandosi di oltre un secondo correndo in 49.25, si allena sulla pista del Stadio Maratona. Il suo passatempo e quello di suonare il pianoforte.

30maggio21

 

PODISMO “Trofeo Città di Telesia”

In Campania con l’appuntamento di Telese si riaccende la corsa su strada.

 

L’importante appuntamento internazionale di Telese Terme, fissato per il 20 giugno, sarà l’apri pista di tutte le altre gare di corsa su strada in Campania. Per i podisti è un momento tanto atteso dopo mesi e mesi di stop e di sperimentate Virtual Race disputate sotto tono, ma che hanno mantenuto in buona parte unito il movimento podistico campano. Il Trofeo Città di Telesia” con il 2021 festeggia la XIVª edizione, come per le passate edizioni sarà la festa di sport a misura di tutti. L’Organizzazione e la Città ancora una volta insieme per far scoprire e rivivere non solo un grande avvenimento sportivo ma principalmente un momento altamente di emozioni e spettacolo salutato con gli applausi di migliaia di appassionati sparsi lungo il percorso e al traguardo posto in piazza Minieri. L’evento di Benevento, giusto dirlo, ha ricevuto il prestigioso riconoscimento Road Race Label 2021, entrando a far parte delle World Athletics Label Road Races,  le corse su strada annuali patrocinate dalla World Athletics come le più importanti nel loro genere a livello mondiale. La gara è certificata SILVER LABEL dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera. Il percorso, omologato IAAF e AIMS, è di categoria A vale a dire valida per primati omologabili e prestazioni inseribili in graduatoria nazionale. I due click  ricordano i due protagonisti della tredicesima edizione giugno 2019 Eyob Faniel Ghebrehiwet (Fiamme Oro 29’17”) che vinse in volata su Daniele Meucci e Sara Dossena (33’06”, Laguna Running)

 

Quando la passione diventa una gioia nel sacrificio.

L’atleta di Caserta “Remo Morelli” conclude la 100 km di Imola

Sabato 22 maggio nell’audromono Enzo e Dino Ferrari di Imola con partenza alle ore 10: 00 si è disputato il Campionato Italiano Fidal sulla distanza dei 100 km. La manifestazione è stata archiviata con il successo in assoluto Marco Menegardi “Atletica Paratico” che ha completato la distanza in 7h22’09” In rosa al traguardo Denise Tappatà “Stamura Ancona ASD” 8h07’22” Presenti al nastro di partenza circa 300 atleti, (40 le donne) tra i tanti l’atleta Master 50 di San Prisco classe 1969 Remo Morelli (foto) tesserato per la società “Tifata Runners” Per l’atleta campano, non è la prima volta che partecipa nella lunga distanza, già nel 2019 in 9h17minuti completò con successo la cento chilometri del Passatore gara con partenza Firenze e con arrivo a Faenza. La prova di sabato 22 Morelli l’ha terminata brillantemente in 74 posizione assoluta e in 74° posizione della classifica generale con il tempo di 10h 07’27”.

 

“Podisti alla Ribalta”

Giuliana Costanzo

(“a tutte le donne che amano praticare lo sport, riuscendo a conciliare tutti gli impegni”)

Senza alcun dubbio e “per buona sorte”, le donne, negli ultimi 30 anni hanno trovato spazio in ogni ambiente della società. Nell’ambito sportivo il numero di ragazze e donne praticanti all’attività sportiva in modo regolare è sicuramente cresciuto smisuratamente; naturalmente non mi riferisco alle donne che fanno dello sport la loro professione, ma di tutte quelle che si sono affacciate timorosamente al mondo sportivo senza trascurare gli impegni famigliari, di studente o di lavoro. Sento che siete d’accordo con me di soprannominarle “guerriere”. “Podista alla Ribalta” ha scelto come concreto esempio la podista di anni che non dimostra Giuliana Costanzo (foto) Il passato sportivo di Giuliana Costanzo racconta che si è appassionata alla corsa circa quindici anni fa e che tutto è iniziato dopo le gravidanze, per perdere qualche chilo, testimone è l’amica “Mariarchetta” compagna da sempre e di tanti chilometri fatti insieme. La storia di diventare un atleta amatore, la scelta di appartenere a una società sportiva per condividere la gioia sportiva, pressappoco è uguale a quelle dei tanti  pazzamente straordinari appassionati  che si sono avvicinati al mondo del Podismo. Di Giuliana si sa, che pratica la corsa di mattina presto, per l’esattezza “prestissimo” dopo aver aperto il Bar l’attività di cui è titolate con il marito Angelo, dove ci lavora a 360° in più con la maestria di organizzare eventi culturali e quelli di sano divertimento. Inoltre, si è scoperto che in tutti questi anni ha sempre praticato la corsa con un passo a sensazione, durante l’allenamento gli piace ascoltare la musica o conversare con l’amica del cuore, in gara non guarda l’orologio perché non vuole riscontri, è raggiungere il traguardo la soddisfazione. Si sente orgogliosa di appartenere alla “Podistica Frattese” e all’Associazione solidale Pink Road. Non si contano le dieci chilometri fatte, ma conta 13 mezze maratone è sei distanze di 42km 195 metri, della classica distanza con entusiasmo parla della maratona di Barcellona. In famiglia si sente coccolata, primo admirer è Angelo, sa di godere il pieno affetto dei figli Pasquale e Adele, i tre la considerano campionessa di energia seguendola nella sua passione.

21maggio2021

 

“AUROPOLI”

Stadio Guariglia meeting di atletica

Due giornate molto intense con ottimi i risultati, prossimo appuntamento ad Avellino.

 

Agropoli SA 15/16maggio21

La grande atletica ritorna ad Agropoli con il Meeting di Atletica Leggera,   “Auropoli”organizzato dalla Fidal Campania. Purtroppo e ci auguriamo ancora per poco due giornate di gare senza pubblico come prevede il protocollo di sicurezza anti Covid 19. Due giornate molto intense valide anche per verificare lo sviluppo tecnico per coloro che stanno preparando prossimi eventi di interesse. Nel pomeriggio di sabato start list ha contato ben 400 atleti della categoria Assoluta provenienti da più regioni, alla lista non sono mancati i nomi  di spessore nazionale e internazionali. Tra i tempi e le classifiche esposte in evidenza i nomi e i risultati seguenti. Nel giro di pista (400m)  si è imposto il napoletano che indossa i colori dell’Atletica Riccardo Milano “Andrea Romani” con 49”17. Nel settore assoluto femminili in vetrina la vittoria nel Triplo dell’Azzurra della Nazionale Dariya Derkach (Aeronautica Militare) con la misura di 13,88. Nei 110hs si è imposto il salernitano Giuseppe Filpi “Avis Barletta” con il crono di 13”91 e nel Giavellotto  Juniores  Raffaele Lettera “Ideatletica Aurora” con la misura di 60,21 e ancora da segnalare al  primo posto nel Disco Antonio Laudante “Arca Atletica Aversa” con un lancio di  48,72   nel getto del Peso la compagna di team Giorgia Romano con la misura di 11,04. Nei 100m spicca  la vittoria di Giovanni Galbieri “Aeronautica Militare”  con il crono di 10”56. Primo posto nel Triplo di Matteo Romano 16,64 e nei 100hs Allieve la napoletana Beatrice Avino con il crono di 15”76. La seconda giornata di gare è stata riservata alla categoria Cadetti, in campo oltre cento giovani atleti nelle varie specialità valide per il CdS. In luce Chiara Saccomanno, Vittorio Masi, Giulia Giordano, Antonio Gargiulo. Prossimo appuntamento di interesse nazionale organizzato dalla FIDAL Campania si disputerà al il Campo CONI di Avellino il 22/23 Maggio

 

Cava de’ Tirreni

VERTIKAL MONTE FINESTRA

Festeggia la nuova edizione Mariucci e Tempesta

16maggio16

La gara, con 950 metri di dislivello positivo è  partita dal centro della città alle ore 8:30 per prendere il famoso sentiero dell’Alta Via dei Lattari per arrivare alla millenaria Badia Benedettina della SS Trinità coprendo la distanza di circa 5 km e 200. L’evento è stato organizzato dal Team Anima Trail, SDS Specialisti dello Sport hanno collaborato al successo gli “Amici di Monte Finestra”. L’appuntamento è stato patrocinato dall’ Ente Comune e dal C.S. I. Al via si sono schierati circa 140 atleti. La vittoria in assoluto è andata ad Andrea Mariucci SDS Specialisti dello Sport. Si è aggiudicata la prova femminile Raffaella Tempesta tesserata per la Paeks Trail Promotion.

Podio Maschile

Marinucci Andrea -  S.D.S.-Specialisti dello Sport40’23” 

Ruocco Giovanni - TRM TEAM 40’28”

Severino Matteo  -AEQUA TRAIL RUNNING 42’21”

Podio Femminile

Tempesta Raffaella - PARKS TRAIL PROMOTION 47’28”

Cretella Annalisa - AMALFI COAST SPORT & MORE 55’04”

Alfano Monica - POD.CAVA PIC.COSTA AMALFI 56’49”

 

 

Telesia Trail: Una prima edizione di successo.

Vittoria per l’atleta di Caserta Tartaglione, Di Benedetto si impone nella prova femminile.

   

Telese BN 16maggio21

Con il successo organizzativo e di tutti i partecipanti cala il sipario sulla prima edizione del “Telesia Trail. L’appuntamento della S.S.D. Telesia Running Team ha dato la possibilità di gareggiare nella località incontaminata e meravigliosa del Monte Pugliano a Telese. Al nastro di partenza posto nelle antiche Terme di Telese oltre 200 atleti. Il percorso scelto, lungo 10,8 km, definito tipo facile/medio con un dislivello positivo di 398 metri si articolava fra tratti sterrati, sentieri, strade forestali e su asfalto. Antonio Tartaglione atleta di Caserta appartenente alla società “Atletica Marcianise” mette le ali ai piedi e conquista la vittoria con il tempo finale di 51’21” secondo posto con sei secondi di distacco l’atleta di casa Raffaele Angelo Capone, terzo Remo Morelli “Tifata Runners Caserta” crono 52’53” La gara femminile conta 45 atlete e mette sul primo gradino del podio l’atleta di Isernia Morena Di Benedetto che chiude la distanza in 1h00’53” secondo gradino per Annamaria Capasso “Amatori Vesuvio” (1h04’02”). Il percorso scelto dall’organizzazione  la S.S.D. Telesia Running Team è lungo 10,8 km, definito tipo facile/medio con un dislivello positivo di 398 metri articolandosi fra tratti su sterrati, sentieri, strade forestali e qualche breve tratto su asfalto.

 

 

Podisti Campani alla “ribalta” alla mezza maratona di Latina

Vittoria in assoluto per Siragi, Ermini la prima donna. Per i campani Olimpo e Maniaci.

 

Latina 16 Maggio:

Una mattinata di Podismo, un evento dal grande potenziale promozionale a livello sportivo per il territorio pontino. Ore 8:30 la gara partita dal Campo Coni e dopo un giro lungo per le vie che circondano il centro storico, è arrivata fino al lungomare, per poi tornare in città e giungere al punto di partenza. Un percorso veloce, suggestivo e molto apprezzato dai 570 (93 donne) classificati. La vittoria in assoluto è stata dell’atleta Siragi Rubayita “Atl. Castello” che ha concluso la gara in1h08’33”. La prima donna sotto l’arco di arrivo Aurora Ermini “acsi Italia Atletica” con il tempo 1h22’52”. La compagine campana partita da più parti della regione si può scrivere che oltre alla larga partecipazione ha ben figurato in questo appuntamento organizzato dall’Associazione “In Corsa Libera”.  Primo atleta campano all’arrivo Giuseppe Olimpo (foto) tesserato per l'Atletica Valle dell'Irno in 11° posizione e con il tempo di 1h15'17. Prima donna Francesca Maniaci (foto) 1h28’47” il tempo registrato sul finale. L’atleta classe 75 veste i colori gialli blu della “Caivano Runners” a conseguito un meritato terzo posto nella classifica femminile. L’evento si è svolto, sotto l’egida della FIDAL e dell’OPES Italia col patrocinio del Comune di Latina e la collaborazione organizzativa dell’Atletica Latina 80.

 

PERSONAGGIO : Gennaro Varrella

Simpaticamente chiamato Gennarì

 

Gennaro Varrella nasce il 27 ottobre 1973 a San Lorenzo Maggiore località in provincia di Benevento, dove trascorre gli anni della gioventù. Come tutti i bambini, il calcio, il suo primo sport, ma a trasformarlo in atleta è la tradizionale corsa del paese fissata nel mese di giugno “La Corsa al Convento” vincendo il primo premio. Nicola Foschini che diverrà il suo primo allenatore lo invoglia a proseguire. Nel 1990 con i colori della società ”Libertas Benevento” partecipa ai giochi della gioventù, nello stesso anno supera le fasi provinciali e regionali di corsa campestre per poi accedere alla gara nazionale “5 Mulini” dove si classifica ottavo. La sua carriera di atleta, per ragione di lavoro s’interrompe ma la passione per la corsa gli resta dentro mettendosi in luce sui gradini dei podi delle corse su strada e in quelli in pista; ancora oggi riesce a mettere a segno il risultato a discapito di giovane leve. Speaker con un inizio giudicato poco brillante, adesso al contrario la sua voce è ricercata per la dizione, la qualità tecnica, per come argomenta e racconta l’evento. In Campania la stima che gode l’ha guadagnata per l’impegno, lealtà, allegria e serietà. Simpaticamente è per tutti Gennarì.

 

ATLETICA CAMPANA 8 maggio

Campo CONI Avellino “Raduno Tecnico Cadetti”

 

Avellino 8 maggio.

Per gli eventi sportivi in campo le porte restano ancora chiuse per gli accomaganatori e per il pubblico, ma la parola d’ordine della Fidal Campania e insieme quella dei Comitati Provinciali che si sente con entusiasmo è “ripartire” con cuore e obbiettivi ed ecco che a partire dai primi weekend di aprile un calendario di appuntamenti tra il capoluogo campano e nelle province. Il Campo CONI di Avellino nella giornata di sabato otto maggio ha ospitato il “Raduno Tecnico Cadetti” appuntamento curato dall’intera struttura tecnica Fidal Campania con la presenza del Fiduciario Tecnico Regionale il prof Giuseppe Ifigenia. Una visione nuova e con la volontà di mettere i tecnici dei migliori soggetti nelle condizioni seguire meglio i loro atleti. Questi incontri con ingresso per convocazione, oltre a essere un servizio di valutazione cadenzato durante tutto l’anno, hanno come scopo di favorire lo scambio culturale tra tecnici e fornire agli stessi un percorso valutativo atto a favorire la migliore conoscenza dell’andamento delle proposte di formazioni adottate nei confronti dei propri atleti. Al raduno hanno preso parte ben 53 atleti testati nelle discipline di velocità, mezzofondo, marcia salti e lanci. Per le prove è stata usata un’attrezzatura tecnica idonea per ottenere un valido riscontro e per la valutazione. Per certo la convocazione resta un riconoscimento importante per il giovane atleta un premio per l’impegno profuso.

 

GRAZIE PROF!

L’atletica e il Podismo Campano ricordano Giovanni Iodice

<E’ stato uno dei creatori del podismo su strada.>

 

La scomparsa di Giovanni Iodice (docente di Inglese), casertano di Santa Maria Capua Vetere, ci riporta alla mente le grandi "imprese" del professore  appassionato dell’Atletica Leggera e atleta di quella enorme fucina che fu l'Atletica Sammaritana dei fratelli Peppino e Vincenzo Aveta. Cominciò con il mezzofondo diventando più volte Campione Regionale sulla distanza dei 1500 metri, con buone prestazioni anche sui 1000 metri da Allievo. Tedoforo alle Olimpiadi di Roma 1960. Si innamorò quindi della corsa lunga, nel 1975 lo ritroviamo all'arrivo della Maratona di Atena in tredicesima posizione, primo italiano con il tempo di 2h38’15”, fu la scintilla che gli fece mettere mano al "Club Vai!" di S.Maria Capua Vetere e all'invenzione delle corse podistiche, prima in Campania, poi via via in buona parte del Centro Sud. Fu anche tra gli ispiratori della FIASP (Federazione Italiana Amatori Sport Popolari), di cui divenne vice presidente nazionale. Tanti e tanti gli eventi organizzati restano in luce e i particolari premi, che lui stesso ideava, tra le sue opere ricordiamo: la 100 km. dei Gladiatori (13 edizioni di cui due Campionato Italiano FIDAL), il cross della Tenuta Schiavone a San Prisco, le corse in montagna, l'antesignano FitWalking. Il dott. Vittorio Savino (segretario Fidal Campania) ricorda: Poi… lo "riportammo" in FIDAL ed in una sola notte transitammo circa 25mila tesserati nel Settore Amatori, molto probabilmente in quelle ore nasceva la vera corsa su strada in Italia. Uomo unico, come lo sanno essere solo le genialità, riposa in pace amico nostro.

 

 

“Virtual Race”

La 10 Miglia Normanna si affianca a ActionAid per sostenere i progetti contro la violenza sulle donne.

Per l’emergenza ancora in atto, resta ancora fermo l’evento podistico in presenza che colora le vie della città di Aversa CE la seconda domenica di maggio dal nome “10 Miglia Normanna” corsa su strada organizzata dalla Podistica Normanna società capitanata dall’Avv. Giovanni Belluomo. Si legge in una nota scritta nel sito ufficiale del Team Normanno: ciò nonostante, affinché sia mantenuto vivo il ricordo della nostra manifestazione e sia di buon auspicio per un ritorno quanto prima alla normalità, quest’anno si è deciso di organizzare nei giorni 29/30 maggio la “10 Miglia Normanna Virtual”. L’appuntamento avrà un tema di grande attualità che sfida le barriere di ordine socio-culturale che sono all’origine della violenza sulle donne e va in favore per sostenere i progetti dell’ ActionAid un’organizzazione internazionale, che è impegnata tantissimo per garantire i diritti delle donne su più fronti. Cinque euro il costo per l’iscrizione che sarà devoluto “interamente” (senza detrarre alcuna spesa). All’iniziativa partecipa l’ASPAL, (Associazione Sportiva Presidenti Atletica Leggera) l’azienda dolciaria Acquaviva e il Gruppo Marìcan. Le iscrizioni  si chiuderanno il 26 maggio o al raggiungimento di 500 partecipanti

 

APRILE

ATLETICA

A Napoli e a Salerno due meeting d’interesse nazionale con due ottimi tempi nei 200 e 100 metri.

   

   (foto: Andrea Romani e Antonio Verruso.)

Nella giornata del primo maggio sulla collina di Posillipo al Campo Virgiliano con una pioggia fastidiosa si è disputato il meeting “Capo Posillipo” appuntamento organizzato dalla FIDAL Campania. L’incontro ha ottenuto un largo successo di partecipazione e di risultati soddisfacenti. Tra i successi si segnala l’ottimo tempo nei 200 metri piani dell’atleta napoletano di Mergellina classe 1999 Andrea Romani; la vittoria segna il tempo di 23”09. Non meno bravi i due atleti pugliesi che hanno completato il podio, Michele Piazzolla secondo all’arrivo con 23”71 e Francesco Borraccino terzo con 23”86, entrambi dell’Avis Barletta. Romani, gareggia per i colori dell’Atletica Riccardi Milano, dopo la lunga parentesi di successi con il tecnico Giampaolo Ciappa adesso è allenato dal prof. Riccardo Mangione. Il secondo appuntamento ci porta a Salerno domenica 2 maggio allo stadio Donato Vestuti con il meeting “Salierne” dove hanno preso parte le categorie maschile e femminile: Assoluti, Allievi, Master e Cadetti. La gara dei 100 metri ha visto protagonista Antonio Verruso (juniores classe 2002) della “Libertas Amatori Atl. Leggera Benevento” del presidente Giovanni Caruso con il tempo di  10”97. Verruso ha festeggiato il successo con l’amico di squadra Ennio Sebastianello collaboratore negli allenamenti dettati dal Prof. Caruso. Al podio per il secondo e terzo gradino Mario Cascone “Atletica Leggera Portici” (11”22) e Giuseppe Filpi “Avis Barletta” con 11”43. Contento del programma e della buona riuscita Gabriele De Feo neo presidente del Comitato Provinciale FIDAL di Salerno. (foto: Andrea Romani e Antonio Verruso.)

 

A Casal di Principe riapre il campo Angelo Scalzone ,oltre al calcio riparte anche l’atletica.

Caserta 25 Aprile

 

A meno di un anno dall’avvio sono terminati i lavori d’intervento di riqualificazione e messa in sicurezza. Rifatti il campo di calcio, la pista di atletica a sei corsie, la nuova recinzione, illuminazione e spogliatoi. La struttura intitolata a Angelo Scalzone (oro olimpico 1972 nel tiro a volo) è una risposta concreta che permetterà di condividere il percorso agonistico e per stimolare i giovani a praticare sport e allenarsi in un impianto attrezzato e qualificato. Sono state queste le parole ascoltate durante la cerimonia di inaugurazione dove hanno partecipato entusiasti cittadini e tante autorità presenti. La comunità di Casal di Principe vanta un patrimonio di associazioni sportive molto ampio; tra le tante c’è la Run Lab (società di Atletica Leggera) capitanata dal Avv. Agostino D’Alterio (foto) che con voce soddisfatta ha precisato: “Sicuramente un impianto sportivo come questo che stiamo inaugurando stamattina darà la possibilità di poter mettere in atto un progetto tenuto da tempo nel cassetto, quello di creare un settore giovanile per indirizzarli alla pratica della corsa e di tutte le altre discipline dell’Atletica Leggera.” La pista di atletica sarà in grado di poter accogliere manifestazioni sia a carattere regionali che provinciali, è quanto ha puntualizzato il prof. Bruno Fabozzi (Presidente FIDAL C.R. Campano) presente alla cerimonia.

 

PASSEGGIATA SPORTIVA A CASERTA

Monte Tifata tra i sentieri della storia

Caserta 24 aprile

  

Oltre cento escursionisti hanno preso parte all’appuntamento fissato dal GSD Fiamme Argento rappresentata da Alessandro Pellegrino, organizzato sabato 24 aprile, un trekking lungo le pendici del monte Tifata. L’escursione ha permesso di camminare tra viottoli e sentieri di montagna che rievocano la storia delle battaglie garibaldine, della prima guerra Sannitica e di Annibale, in quanto luogo dove si accampò lungamente con il suo poderosissimo esercito Lucio Cornelio Silla. La camminata di circa undici chilometri, ha suscitato grande interesse per chi l’ha vissuta in compagnia di amici o con la sola musica del proprio telefonino. La gioia e l’emozione si sono registrate al raggiungimento, dove si erge la croce che impera in tutta la sua grandezza, mentre si ammirava un panorama spettacolare. E’ il caso di dire: con la bella giornata primaverile “a costo zero”. Alla fine, tutti (stanchezza a parte) o con una frase o con un sorriso hanno manifestato la propria soddisfazione. Tutto è iniziato alle ore 8 in località Sant’Angelo in Formis dalla storica Basilica Benedettina.

 

“Telesia Cross Country” chiude la stagione invernale.

Il Parco del Grassano protagonista della Kermesse.

San Salvatore Telesino 18 aprile

L’oasi naturalistica del “Parco del Grassano” località provincia di Benevento perla naturalistica incastonato nella suggestiva Valle Telesina, (a pochi Km da Telese Terme) domenica 18 aprile si è organizzato la seconda edizione del “Telesia Cross Country” appuntamento organizzato con egida Fidal Nazionale dalla società “Telesia Running Team”. La giornata primaverile, il luogo di interesse e la voglia di gareggiare ha fatto registrare una nutrita rosa di partecipanti impegnati nelle varie Categorie e distanze. Il tracciato di gara due mila metri in terra battuta e manto erboso è risultato tecnico e perfetto. Il raduno e le gare in programma hanno rispettato rigorosamente al protocollo del DPCM in vigore. Ecco i primi di ogni prova: L’atleta Massimiliano Fiorillo “Dynamik Fitness” Cat. Senior ha vinto in assoluto la distanza dei dieci chilometri (cross lungo) 34’25” il tempo registrato. Nella stessa distanza per la Categoria Promesse la vittoria è andata a Domenico Caracciolo (terzo all’arrivo) “Enterprise Sport & Service” 36’16” il suo tempo. La distanza di km 8 riservata alla Cat. Senior femminile a vincerla la dinamica Annamaria Capasso “Amatori Vesuvio” con il tempo di 33’02” La Categoria Juniores maschile impegnata con quattro giri, vittoria per Ferdinando Cerbone “New Atletica Afragola” con il tempo finale di 31’07. Per la stessa Categoria al femminile ha vinto la distanza dei 6 Km l’atleta di casa Carla Alaadik “Telesia Running Team” tempo 28’56”. Allievi in gara nella distanza di quattro mila metri, primo posto per Marco Gambardella “Enterprise Sport & Service” tempo 15’53”. La Categoria Cadetti/e impegnata in un solo giro, primo posto per Giuseppe Pio Ferro “Atletica Gioia Tauro” e di Valeria Giannotti “Caivano Runners” con i rispettivi tempi di 06’44” e di 08’03”. Non si può non parlare della mancata partecipazione delle Categorie Promessa femminile e quella allieve e dell’assenza di atleti Top campani impegnati in altra manifestazione.

(foto: di Franco Manna)

GiusPeppe Sacco

 

ATLETICA Marcia

Per il marciatore di Caserta “Magliulo” prima gara del 2021 ed è subito nuovo record italiano.

Gioia immensa per l’atleta marciatore di Frignano e per i suoi tifosi dopo la vittoria ottenuta sulla pista del Campo CONI di Avellino nella 3 km di marcia. Un’affermazione ottenuta con il tempo finale di 12’50” che lo proietta al vertice dei marciatori Master 45 in Italia sulla distanza dei 3000 metri. La storia di questa vittoria dell’atleta casertano in gara e riconoscibile per la sua bandana tutta americana in ricordo del campione Marco Pantani ha un sapore di rilancio nel continuare la carriera di marciatore che riteneva chiusa dopo la disavventura Covid. Magliulo, ha scritto nel profilo di Facebook.........la dedica di questo record questa volta è per me che ero caduto a causa del Covid, rialzarmi è stato difficilissimo.......... un grande grazie alla mia famiglia, alla mia società, ai miei amici ma soprattutto al mio amico fraterno Marioelisa Amato che mi ha spinto per un ritorno alle gare. Vincenzo Magliulo gareggia per la compagine di Bari “Enterprise Giovani Atleti” Per completamento di cronaca il record è stato strappato al marciatore pugliese Antonio Lopetuso stabilito nel 2006 tempo 13’30”

 

ATLETICA Avellino Campo CONI

Stellari i diecimila metri, eccellente organizzazione.  

Titolo regionale individuale per Gilio Iannone e Federica Sugamiele.

Alla “Caivano Runners” i Titoli di Società

 

Avellino 17/18 aprile

Eccellente organizzazione quella del Comitato Provinciale Fidal di Avellino, il lavoro di giuria e l’impegno di ogni persona tecnici compresi, un successo da tenere come esempio per i prossimi appuntamenti. I tempi e le misure registrati nelle gare di contorno hanno dato una chiara risalita del movimento giovanile in tutte le discipline scese in campo. Il diecimila metri valido per il Titolo Regionale individuale e di società ha registrato sette batterie maschile e una femminile, in tutte le otto gare non è mancato il serio impegno e il valore tecnico. La prova femminile ha colorato i tre gradini del  podio di giallo e di blu, del  Team Caivano Runners. La maglia che assegna il titolo regionale è stata indossata dall’atleta siciliana Federica Sugamiele (foto) 34’42”03 il suo tempo. Il brillante risultato è anche il nuovo record regionale durato per ben ventuno anni, detentrice l’atleta campana Giustina Menna (Asi Campania - Carpi 17/06/2000 tempo 34'59"76 ) secondo e terzo gradino per le compagne di squadra “Christina Santi” che chiude in 36'42"3 e “Palma Di Leo” con 38'20"6. Il titolo regionale individuale maschile veste l’atleta della “Carmax Camaldolese” Gilio Iannone (foto) con il tempo finale 30’47” alle sue spalle Raffaele Giovannelli atleta dell’International Security S. con l’ottimo tempo di 30’52”09. Giusto menzionare e mettere in evidenza la vittoria in assoluto di “Onesphore Nzikwinkunda” atleta classe 1997 del Burundi in forza dal 2021 alla Caivano Runers, i venticinque giri di pista del burundiano sono stati completati in 30’12”01. L’atleta sui 10.000 metri piani vanta di un personale di 28’09”98. Il titolo per società  maschile e femminile a festeggiarlo la compagine “Caivano Runner” del presidente Luigi Celiento e del patron Ummarino.

 

ATLETICA

Avellino Campo CONI 10.000 metri femminile

Dopo 21 anni abbattuto il primato dell’arzanese Giustina Menna

La società Caivano Runners festeggia il titolo e occupa i tre gradini del podio

  

Avellino 17/18 Aprile

Appuntamento attesissimo quello della prova regionale femminile valida per il Campionato Regionale e individuale dei 10mila metri disputatosi Al Campo CONI di Avellino sabato 17 Aprile. Le atlete schierate dalla società Caivano Runners occupano i tre gradini del podio portandosi a casa il titolo regionale di società sulla distanza. La festa giallo blu ha continuato con il nuovo primato regionale grazie alla prestazione di Federica Sugamiele che ha chiuso i venticinque giri con il tempo finale di 34’42”03 conquistandosi il titolo regionale e il primato regionale tolto dopo ventuno anni a Giustina Menna (Asi Campania - Carpi 17/06/2000 tempo 34'59"76 ) Hanno completato il podio le compagne di squadra , Christina Santi che chiude in 36'42"3, terza  Palma Di Leo con 38'20"6.

 

Roma Sprint Festival

“Nell’impianto intitolato a Pietro Mennea, brilla Giulia Giordano”

Allo Stadio dei Marmi una delle strutture più belle al mondo nella giornata di venerdì 16 aprile si è disputato il raduno per velocisti denominato: “Roma Sprint Festival”. Nella gara dei 300 metri piani riservata alla Categoria Cadetti femminile ha preso parte l’atleta campana di Gragnano “Giulia Giordano” (foto). Giordano a corso la distanza in corsia esterna e pur staccandosi in modo impreciso dai blocchi ha vinto la gara in volata lasciandosi alle spalle le brave e agguerrite avversarie con il tempo finale di 42”90. Giulia soprannominata “scheggia” è allenata dal tecnico Giuseppe Ifigenia e veste i colori della storica società di Castellammare di Stabia “Hinna Polisportiva Annunziatella”. Per la bella e giovanissima atleta una vittoria importante di caratura nazionale in un contesto iconico come lo Stadio dei Marmi. Il meeting dedicato alle discipline veloci “Roma Sprint Festival” prima edizione anche con le restrizioni legate alla pandemia ha registrato il meritato successo.

 

ATLETICA Campana

Al Campo Virgiliano assegnati i Titoli Regionali di staffette

“I sei titoli hanno inaugurato la stagione regionale su pista”

12 aprile 2021

Le staffette sono le uniche gare definibili di squadra dell'atletica leggera (4 compagni per gruppo); a livello olimpico vengono svolte solo le 4x100 metri e le 4x400 metri, ma ne esistono diversi tipi riproducibili nelle manifestazioni ordinarie. La Fidal Campania con l’appuntamento di sabato 10 e di domenica 11 ha inaugurato la stagione su pista con questa specialità assegnando anche il Titolo Regionale per Società. Le prove si sono svolte al Campo Virgiliano struttura che sorge a Napoli sulla collina del quartiere di Posillipo, all’incontro non sono mancate le gare di contorno dove si sono messi in luce nelle altre discipline rilevanti piazzamenti individuali che fanno per sperare per il futuro. Per la 4x100 Categoria Assoluti maschili il titolo è stato conquistato dalla formazione dell’Atletica Portici con Alan De Luca, Simone Gallo, Simone Pinto, Francesco Orlando, crono finale di 45”11. Categoria Allievi titolo per il Team  “Atletica Agropoli” con Emanuele Gallo, Francesco Ausilio, Giovanni Sorrentino, Ruben Del Pezzo, crono finale 47”60. Nella 4x100 (rosa) Assoluti Femminili  Titolo per l’ Atletica Agropoli con Alice Musto, Beatrice Avino, Gerardina Spinelli, Francesca Paolillo, crono finale 50”66.  Categoria Allieve f. nuovamente il primo gradino del podio è per l’Atletica Agropoli con Serena D’Avino, Rosanna Sicignano, Giorgia Corione, Annamaria Parisi con il tempo di 55”66. La 4x100 “Cadetti” registra il Titolo per la formazione dell’Enterprise Young con Massimo Ferorelli, Antonio Gargiulo, Daniele Iuculano, Gabriele Di Lorenzo, con il crono di 49”25. Per la prova femminile vittoria per la formazione dell’Ideatletica Aurora con Chiara Salvati, Milena Maffettone, Alicya Maria Trotta, Naike Cavallo, tempo finale 53”88. In Fidal Campania i risultati completi della due giorni.

 

MARZO

Matteo Nocera vince la 6 giorni di corsa:

Il mio team è veramente eccezionale. Sapevo di poter fare una gara per le primissime posizioni

di: Matteo Simone

 

L’A.S.D. Transeo con il patrocinio della FIDAL, del Comune di Policoro e della IUTA (Associazione Italiana di Ultramaratona e Trail), ha organizzato la 2° edizione della 6 Days UMF - Winter Edition, manifestazione podistica agonistica sulle distanze di 1000 miglia, 10 Giorni, 1000 Km, 6 - 24 - 48 ore, 6 giorni, 100 km, 100 miglia, maratona e 50 Km. Le gare si sono svolte su di un anello di 1082 metri omologato FIDAL.

Di seguito Matteo racconta la sua esperienza rispondendo ad alcune mie domande.

Grandissimo, te l'aspettavi?

“Si, cioè sapevo di poter fare una gara per le primissime posizioni, stavo bene e sicuramente affrontavo la gara con più maturità”.

Da un po’ di anni Matteo si è avvicinato al bizzarro mondo delle ultramaratone esordendo vittorioso in gare di 6 ore e poi con il tempo ha pensato di provare le gare di 6 giorni inizialmente con poca esperienza ma poi con sempre più preparazione, maturità ottenendo prestigiosi fino alla vittoria con calma, senza fretta.

Che significato ha per te?

 “Un significato importante perché ho dedicato 6 mesi di preparazione fisica e mentale a questa gara così dura e oggi sì, sono contento”.

In queste lunghissime gare di corsa della durata di alcuni giorni ci vuole tanta umiltà, attesa, controllo metanale, equilibrio, gestione di energia per arrivare fino alla fine integro e motivato nel continuare a praticare questo sport che potrebbe sembrare usurante ma la mente aiuta a prendersi cura prima, durante e dopo il ungo esercizio sportivo.

A chi la dedichi?

“Al mio Papà e a tutte le persone che mi hanno aiutato in questa impresa”.

Nei pensieri di Matteo il papà è sempre stato e lo è tutt’ora al primo posto, in precedenti interviste Matteo raccontava che l’accompagnava alle gare, lo spronava,

faceva il tifo per lui e ora lo guarda, lo osserva, lo sostiene dall’alto. Sempre presente nella mente di Matteo, una grande risorsa per lui, un grande ricordo.

Cosa pensavi in gara?

“Pensavo a chi in questi mesi mi ha aiutato con gli allenamenti e si è sacrificato con me per mettermi nelle migliori condizioni psicofisiche”.

Tanti mesi di preparazione mirata a centrare questo grande obiettivo per Matteo, 6 giorni di corsa uscendone vittorioso in questa gara di ultramaratona.

Cosa hai temuto?

“Temuto? In verità nulla perché quando corro sono sereno, sto bene, poi dopo provo a fare tutto il resto”.

Attraverso la corsa Matteo sperimenta serenità, riesce a correre per ore e ore non perdendo di vista se stesso cercando di portare a compimento suoi sogni di prestazioni eccellenti a seguito periodi di allenamento mirato.

Cosa è stato determinante?

Come sei riuscito a prepararti nonostante il lavoro e la famiglia? “Sono stato molto aiutato, agevolato anche nel lavoro quotidiano”.

Dietro un atleta c’è sempre almeno un amico, un sostenitore, un aiutante, una famiglia, una squadra, tante persone che fanno il tifo e sostengono in queste tantissime ore di corsa fino al termine con la consapevolezza che tutto passa, passa la fatica, passa la gioia, resta la gioia, la soddisfazione, la pace e la serenità.

Cosa c'è dietro questa vittoria?

“Lavoro, allenamento, sacrifici e tanta passione, tanto amore per lo sport”.

Dietro una vittoria c’è la voglia di mettersi in gioco, di osare, di faticare, una elevata passione in quello che si fa.

Cosa vedi davanti a te?

“La prossima gara perché la voglio vincere”.

Matteo è molto competitivo, assetato di vittorie ma con il tempo riesce a gestirsi meglio, a essere più cauto e sereno, a saper aspettare e pazientare.

Come stai gestendo il periodo COVID?

“Beh il covid a creato innumerevoli problemi, e allora anche noi con lo sport possiamo contribuire con sacrificio a cambiare le cose e ritornare presto alla normalità”.

Bisogna essere sempre in grado di riorganizzarsi, trovare stimoli nuovi e diversi, continuare a inseguire propri sogni.

Colleghi, famiglia e amici di squadra cosa dicono di te? “Il mio team è veramente eccezionale. Colgo l'occasione per salutare il presidente Luigi Celiento e Pasquale Ummarino, sono stati unici come tutti i compagni di squadra. Idem ovviamente amici e famiglia”. Matteo sembra avere a disposizione un grande team che provvede per lui, lo sostiene, ha fiducia in lui e quindi sembra che il meglio debba ancora venire per Matteo.

 

 

CARTOLINA – Vincenza Sicari

Ex maratoneta, orgoglio italiano

Vincenza Sicari (Lodi, 19 marzo 1979) è un'ex mezzofondista e maratoneta italiana.

  

La storia dell’atleta di Lodi può essere paragonata a quella di una Star che ha calcato il Red Carpet per i crescenti e ammirevoli successi. Raccontarla mette gioia e inquietudine perché si passa dalla felicità all’infelicità. Vincenza Sicari rimbalza alla ribalta dello sport dopo aver partecipato al Cross Corto valido per il Campionato Mondiale Juniores disputatosi in Marocco a  Marrakesh, fissando il tempo a 22'20". Dopo quella apparizione il palmares conta altri otto appuntamenti internazionali, l’ultimo ai giochi Olimpici di Pechino dove conquista la 29° posizione con il tempo di 2h33’31”. Con la regina delle distanze mette a segno 4 Oro, la migliore prestazione l’ottiene nel 2008 a Torino dove il cronometro si ferma a 2h29’52”. Sempre nel 2008 con la Roma – Ostia fissa il suo primato dei 21Km e 97metri in 1h10'21" Non meno brava nel mezzofondo; nel 2004: Oro al Meeting Internazionale Città di Velletri, 3000 metri piani - 9'23"52 . Oro e Tricolore ai Campionati Italiani Assoluti nei diecimila metri con il tempo finale di 33'50"50

Ecco i suoi Record

3000 m     9'15"49 (2003)

3000 m     9'21"73 (indoor - 2003)

5000 m     15'41"16 (2007)

10 000 m   33'28"44 (2003)

15 km       50'31" (2007)

20 km       1h07'35" (2007)

Mezza maratona 1h10'21" (2008)

Maratona   2h29'51" (2008)

Vincenza Sicari ha vestito i colori della “Nuova Atletica Fanfulla Lodigiana” dal 1998 – 2002 della Fondiaria SAI Atletica dal 2003-2004 e dell’ Esercito 2004-2012. La tristezza della carriera agonistica di Vincenza Sicari è iniziata nel momento d’oro. Nel 2013, inizia ad  avvertire stanchezza alle gambe e successivamente la forza necessaria anche nel camminare fino a diventare nel 2014 invalidante dalla vita in giù. Una storia che ha dell’incredibile e del in rassegnabile non soltanto per Vincenza ma per tutte le persone che la vogliono bene. Un continuo calvario tra medici, cure e ospedali, insomma una brutta storia di una giovane donna dal colore della luna piena e di atleta abituata a correva come il vento. Scrivo al tergo della cartolina: Ho avuto il piacere di ammirarti a Napoli del 2004, una mattinata di sport nelle vie principali di Napoli in una splendida cornice di sole e di  pubblico festante. Io in veste di G.G.G. in linea d’arrivo in occasione del Campionato Italiano di mezza maratona, ricordo il podio:

1. Rita Jeptoo KEN 1:12:47

2. Patrizia Tisi ITA 1:13:27

3. Vincenza Sicari ITA 1:13:42 

L’augurio che Ti invio è uguale a quello di ogni sportivo, atleta e ammiratore che continuano a fare il tifo per Te “ di poter sconfiggere il male che ti attanaglia per ritornare tra noi. Ti aspettiamo tutti con ansia, torna presto ... ti coccoleremo. P.S. Anche io parteciperò in aprile alla maratona virtuale “Io corro per Vincenza” e in linea di partenza ne saremo in tanti. Ti abbraccio. AUGURI.

 

ULTRAMARATONA

Matteo Nocera Campione d’Italia

L’atleta campano potrebbe ambire al titolo di Campione de Mondo

Anche quest’anno dal14 al 20 marzo si è svolta al Policoro Village l’ItalianUltraMarathon Festival. Per 6 giorni e 6 notti, senza soluzione di continuità, atleti ultramaratoneti provenienti da più paesi si sono dato appuntamento per misurarsi con la corsa nel Festival Italiano dell’UltraMaratona, evento unico in Italia omologato IUTA Italian Championship. L’appuntamento di Policoro località in provincia di Matera come per le passate edizioni ha previsto altre interessanti gare che mettono alla prova la preparazione di ogni singolo atleta. Ritornando alla sei giorni, l’atleta campano “Matteo Nocera” (Napoli classe 77) che da quest’anno veste i colori del Team Caivano Runners con una gara molto combattuta per gli avversari in gara e per le condizioni meteo presentatosi con freddo e pioggia, pur riducendo il ritmo e qualche pit stop in più non ha perso la lucidità di amministrare la gara prendendosi la soddisfazione di vincerla macinando alla fine la distanza di 624 chilometri. Anche per questa impresa ad assisterlo l’amico di sempre Domenico Franco. Con questa vittoria Matteo Nocera ha dato prova di poter ambire per il titolo di Campione del Mondo partecipando alle altre due prove in località e date da definire. Nocera dopo il traguardo è stato festeggiato con messaggi di ammirazione nei tanti quello del Presidente del Team giallo blu Luigi Celiento e del patron Ummarino. (foto Matteo Nocera a destra e l’accompagnatore Domenico Franco.)

 

 

ATLETICA INDOOR

Ancona: Campionati Italiani Indoor Master

Fidal Campania arricchisce il suo medagliere.

Quattro giornate di sport entusiasmante ricche di sorprese e di primati quelle svolte nella Regione Marche al Palaindoor di Ancona in occasione del Campionato Italiano individuale Master. Non si può nascondere una manifestazione sofferta e vissuta fino a qualche giorno prima dello svolgimento, incertezza  alla fine è andata via senza intoppi e con soddisfazione del mondo master nazionale e dell’Organizzazione. Trovo giusto evidenziare le 28 medaglie complessivamente vinte dai master della Emilia Romagna. Bene la compagine campana che ha partecipato con un grande numero di assenze rispetto agli altri anni e nessuna donna in gara. Se gli occhi non mi hanno abbandonato nel guardare le classifiche e altro pare che in tutto nove le società partecipanti con venti atleti presenti in 31 gare. La provincia di Benevento ha partecipato con:Enterprise Sport e Servige , Amatori Podismo Benevento, Libertas Amatori Benevento. Quella di Caserta con una sola società

Arca Atletica Aversa. Dalla provincia di Napoli soltanto tre: il G.P. La Corsa, Atletica Virgiliano  e Csal Florentia. Hanno rappresentato la provincia di Salerno la società Cava Picentini Costa d’Amalfi e la Vis Nova Salerno. Assente del tutto la provincia di Avellino, ecco le medaglie.

ORO con:

Vincenzo Verde M35- 3 km.di marcia.

Mario Longo M55- 60 metri piani

Elio Torre M80- 200 metri piani 

Filippo Torre M80- 60 metri piani

ARGENTO

Sergio Linguiti M75- getto del peso

Antonio Caso M70- 60 metri piani

Luigi Giannuzzi M70- 3 km marcia

Vittorio Costernino M75- 60 metri ostacoli

BRONZO

Giovanni De Bellis M65- 60 metri ostacoli

Giovanni De Bellis M65- Salto in lungo

 

ATLETICA - MARCIA

Ancona: Campionato Italiano individuale Master

“Nuova soddisfazione per Vincenzo Verde”

Tra i marciatori, che hanno conquistato l’oro tricolore Indoor 2021 per la Categoria Master 35 si annota il nome dell’atleta campano di Sant’Antimo Vincenzo Verde che veste la canottiera dell’Enterprise Benevento. La vittoria, è stata conquistata nella gara dei tre chilometri di marcia al coperto con il tempo finale di 14'22"95. I Marciatori campani, giusto richiamarlo alla memoria fanno parte del grande patrimonio storico nazionale, in questa disciplina regina dell’atletica leggera, non mancano nomi celebri che si leggono nell’albo del panorama internazionale. Verde ha conquistato il primo gradino del podio marciando con gesto fluido e tecnica caratteristica che ha distinto il santantimese dalla sua giovane età a festeggiarlo durante la premiazione il Consigliere Nazionale Carlo Cantales.

 

Noi genitori di tutti - Pink Road

Due Associazioni (e un coro) insieme per la gioia di Pasqua

 

Il Podismo Campano ai nastri di partenza insieme alle mamme

Senza sosta le mamme appartenenti all’associazione “Noi genitori di tutti ODV” (presidente Maria Caccioppoli) la ONULUS di Caivano nota per il diritto del fanciullo e per essere accanto sia umanamente che materialmente, alle famiglie che cominciano a vivere il loro stesso calvario: dai buoni benzina agli alimenti, dalle spese di viaggio a quelli per i controlli specialistici, dalla spalla su cui piangere alla forza per andare avanti, dai consigli di come orientarsi nel primo smarrimento al conforto per le difficoltà che affiorano ogni giorno. Con quelle mamme per la Santa Pasqua ai nastri di partenza il Gruppo Podistico tutto al femminile “Pink Road Ets” ( presidente Maria Frascadore) alla prima esperienza nell’ascoltare l’esigenza dei più deboli e per tenere alta l’attenzione sul problema della Terra dei fuochi. Le due Associazioni il 28 marzo si uniranno per donare un sorriso ai bambini del reparto oncologico dell'azienda ospedaliera "Santobono Pausilipon" Un gesto d'amore accompagnato da di un sorriso e varie cose inaspettate per rendere ai bambini una Pasqua felice.

 

Cartolina - MASSIMO MAGNANI

Ex maratoneta, due Olimpiadi e tanto impegno.

Massimo Magnani Ferrara 4 ottobre 1951 è un ex maratoneta con il personale di 2h11’02”. Atleticamente nasce nell'AICS di Ferrara allenato dal prof. Gianpaolo Lenzi.

 

Cronache e testimonianze parlano dell’atleta ferrarese dopo il quarto posto (tempo finale di2h20’26”) ottenuto al Campionato Italiano di Maratona nel1974 disputatosi sulle strade di Varese, il tricolore di quel anno fu vinto dall’l’atleta campano dell’Irpinia, Giuseppe (Pippo) Cindolo. Sempre nello stesso anno si conferma atleta di punta vincendo a Roma la Maratona di San Silvestro con il tempo finale di 2h29'32" per quella occasione i quotidiani e l’ampio documentario girato dall’Istituto Luce lo indicano: “Atleta" che corre un podismo diverso”. Nel 1976 partecipa per una seconda volta al Campionato Italiano di Maratona conquistando il Bronzo con la soddisfazione di migliorarsi sulla distanza di 7 minuti. Il trenta aprile del 1978 a Roma è nuovamente in linea di partenza dove con il tempo di 2h16’46” riesce a mettersi al collo l’Oro del Tricolore desiderato. Dopo essermi documentato della vita sportiva di Massimo Magnani riassumerla in un breve si storpia, quindi continuo a scriverla con parole mie. I risultati dell’atleta Magnani sono documentati nelle classifiche ufficiali di manifestazioni nazionali e internazionali, eventi storici e intramontabili. Il palmares lo racconta con successi anche in gare di mezzofondo e nella distanza della mezza maratona e con la partecipazione nella classica distanza dei 42km,195metri ai giochi Olimpici di Montreal e quelli di Mosca. Chi è riuscito ammirare la bacheca del maratoneta Magnani ricorsa di aver contato 35 medaglie, venti sono d’Oro, nove di Argento e sei di Bronzo. Devo fermarmi un attimo con il riassunto per inviargli la cartolina dove scrivo:

Complimenti per la carriera, affermazioni ottenute in un periodo spartano per i maratoneti, i risultati di quegli anni  possono essere uguagliati allo stesso livello di oggi e forse pure meglio. Con l’augurio di poterci incontrare per un cordiale saluto e per un selfie, felice di aver raccontato una leggenda italiana e di buono esempio.”

La Carriera agonistica del prof. Massimo Magnani inizia nel 1974 dopo essersi diplomato all'Istituto Superiore di Educazione Fisica I.S.E.F. di Bologna nel 1973 e termina nel 1987, attualmente è tecnico di IV livello. Il prof Magnani ex maratoneta ha coperto importanti incarichi per il CONI la FIDAL e IAAF. Con semplicità e bravura ha partecipato a contribuito a organizzare manifestazioni nazionali e internazionali ricoprendo il ruolo di Direttore Tecnico e Organizzativo, nella sua carriera di allenatore ha allenato e allena atleti italiani e stranieri di alta qualificazione internazionale.

Con l’augurio che la cartolina sia stata gradita. complimenti prof.

 

SABATO 13 ELEZIONI FIDAL

“Comitato Provinciale di Salerno”

Quattro domande a “Gabriele De Feo” candidato alla presidenza

  

In breve conosciamo il candidato

Gabriele De Feo, Salernitano anni 52 , sposato, due figlie, in età giovanissima intraprende la carriera militare presso l'Accademia Militare di Modena, e oggi è Colonnello. Ha prestato servizio in numerosi reparti e comandi in Italia, e preso parte a diverse missioni all'estero, in Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Kosovo, Austria, Afghanistan. Gabriele De Feo nella sua città “Salerno” oltre a essere conosciuto per la brillante carriera militare viene guardato con ammirazione per la condotta sportiva e per i ruoli importanti e significativi ricevuti espletati con dovizia; attualmente è Vice Presidente della società “Atletica Salerno”

<Come nasce la tua passione per il podismo e per la maratona?>

Posso dire di aver sempre corso, per mantenermi in forma e mantenere i requisiti per essere un buon soldato, ma anche per allenarmi alla pratica del calcio. Poi nel 2006, mentre ero a Vienna in qualità di Advisor presso l’OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e Cooperazione in Europa), partecipai alla mia prima maratona, quella volta come staffettista, correndo la sezione di 16 km. Mi innamorai della corsa per l’atmosfera straordinaria che si era creata tra tutti i partecipanti.

<Secondo te lo sport può essere una pratica utile per creare stili di vita più sani e contribuire a creare una società meno divisiva?>

“Superare se stessi” è il segreto, in senso metaforico, cercando di utilizzare lo sport per stare meglio con se stessi, ma soprattutto per stare bene con gli altri; questo secondo me contribuisce al benessere di qualsiasi comunità, sia in senso individuale che collettivo. E il motto “correre per stare bene” dovrebbe essere alla base del nostro approccio al running. Lo sport può contribuire ad  unire la società e renderla più equa e solidale, e far sì che gli eventi sportivi, le gare, siano non solo una competizione, ma un recipiente di azioni e iniziative il più possibile coinvolgenti dal punto di vista sociale”.

<Cosa ti ha spinto a candidarti quale Presidente del Comitato Provinciale FIDAL di Salerno?>

Sinceramente, non era nei miei piani, almeno in questa fase, ma poi ho percepito forte la richiesta di diversi amici, atleti e presidenti di società, e ho accettato solo nel momento in cui ho avuto la sicurezza di poter contare su una squadra, e l'ho fatto nella convinzione di svolgere, come sempre, il ruolo di servitore, nei confronti di tutti. Un Presidente, da solo, senza una squadra coesa e leale, che condivida valori, idee e programmi fin dall'inizio, non può fare grandi cose, che invece la provincia di Salerno merita nel settore dell'atletica leggera. E di questa squadra di candidati fanno parte persone che stimo molto, Alfredo Bellotti, Presidente dell'Ideatletica Aurora, Sergio Civita Presidente dell'Atletica Sporting Calore e del circuito Cilento di Corsa, Vincenzo Verrone, un giovanissimo ma già molto esperto di pista, dell'Atletica Agropoli, l'Avv. Arturo Volpe, atleta e tecnico del CUS Salerno, molto attivo nel seguire le tematiche afferenti agli atleti con disabilità, e come Fiduciario Tecnico un vulcano in eruzione, Agostino Scebi, dell'Atletica Scafati, che a soli 31 anni già può vantare 20 anni di esperienza sui campi. Una squadra giovane, equilibrata, che riteniamo possa soddisfare in modo esaustivo ed efficiente le esigenze tecniche, logistiche ed operative delle diverse manifestazioni di atletica leggera, gare su pista, su strada, gare di cross, di corsa in montagna o trail, di marcia, sia all'aperto che al coperto sul territorio.  

<La prima cosa che farai se eletto?>

Attiveremo la pagina social del Comitato, per dare visibilità a tutte le società e per valorizzare le attività ed i risultati degli atleti della provincia. Realizzeremo il sito web Fidal Salerno. Incontreremo le società e subito dopo la referente per lo sport dell'Ufficio Scolastico Provinciale, nonché le istituzioni e gli imprenditori che potranno essere con noi incisivi nel settore delle strutture e degli impianti.

Grazie per la bella chiacchierata e per aver risposto alle domande fatte.

 

 

Lutto nel podismo campano, addio a Marco Cascone.

La notizia lascia sotto choc.

 2marzo2021 di: Peppe Sacco

Il mondo del podismo e dell’informazione, piange Marco Cascone, una gravissima perdita, un lutto profondo che colpisce tutti. La notizia della sua morte è rimbalzata in brevissimo tempo lasciando sgomento e incredulità. Marco ... personaggio pubblico conosciuto come ex atleta, presentatore in radio e televisione, giornalista sportivo, tecnico accreditato, maggiormente conosciuto come presentatore di manifestazioni sportive; i podisti campani lo descrivono: resta è sarà il simbolo del nostro podismo, bandiera di bravura, correttezza, gentilezza e cordialità, la sua voce mai lascerà i nostri cuori. Originario di Castellammare di Stabia, in età giovanissima per un grave infortunio è costretto a lasciare l’atletica tra le vittorie che lo ricordano la maratona di Santa Maria Capua Vetere (1993). La passione gli resta dentro fino a formare una società di atletica di solo giovani. La sua parlantina sciolta e la dizione perfetta lo portano a condurre programmi in diverse radio libere. Mimmo e Anna della Marathon Stabia lo convincono a presentare la “Notturna Stabiese” dopo quella esibizione diventa la voce ufficiale di tante altre manifestazioni fino a diventare il Marco “parlante”  di ogni podista in gara. La sua morte lascia tutti sotto choc. Il Podismo Campano e gli amici lo salutano sul red carpet, che merita accompagnato con la frase detta dal cuore…Riposa in pace mitico Marco. 

 

 

Corsa Campestre- Real Sito di Carditello

ATLETICA – FIDAL CAMPANIA

Soddisfatti del successo: organizzazione, società e atleti.

I nomi dei Cadetti convocati alla gara nazionale.

 

Caserta 28 Febbraio 2021

A San Tammaro, località in provincia di Caserta, sul suolo erboso della Reggia

di Carditello si è disputato il Campionato Regionale “Individuali e di Società” di Corsa Campestre 2021 delle categorie m.f. Cadetti e la Categoria Assoluta (Allievi, Juniores, Promesse e Seniores). Ai partecipanti non è mancato il saluto del direttore del Reale Sito “Roberto Formato”, del presidente Fidal Comitato Regionale “Bruno Fabozzi” e quello del Consigliere Fidal Nazionale “Carlo Cantales”. Dalle parole ascoltate pare che lo spettacolare scenario della Reggia di Carditello sarà meta o tradizione di altri grandi appuntamenti di Atletica Leggera. Gli atleti hanno gareggiato in sicurezza nelle varie distanza e in base alla categoria di appartenenza. La manifestazione, ha registrato la partecipazione di 400 e più atleti arrivati da tutte le località della Regione Campania. Oltre al Titolo in palio, l’appuntamento ha formato la rappresentativa Cadetti/e che prenderanno parte al Campionato Italiano di Corsa Campestre in programma il 13/14 marzo a Campi di Bisenzio. La rappresentativa campana giungerà nellla località Toscana con il Tecnico Fiduciario Regionale “Giuseppe Ifigenia” e con i due responsabili del settore giovanile Marcello Mangione e Vincenzo Esposito. Tra le colorate canotte si sono fatta notare una larga partecipazione di donne che hanno ben figurato anche nelle batterie miste. Titoli assegnati e le classifiche sono visibili in campaniafidal.it

Ecco i nomi dei convocati per il Campionato Nazionale di Cross    

Cadetti Uomini

Vincenzo Capanna: ARCA ATL.AVERSA A.AVERSANO             

Francesco Caporosso: CAIVANO RUNNERS           

Massimo Cantalupo: ATL. AGROPOLI           

Giuseppe Cecere: CAIVANO RUNNERS         

Antonio Petrillo:MONTEMILETTO TEAM RUNNERS

Cadetti Donne

Alicya Maria Trotta: IDEATLETICA AURORA           

Maria Grazia Zacchia: ARCA ATL.AVERSA A.AVERSANO          

Valeria Giannotti: CAIVANO RUNNERS          

Licia Santinicola. IDEATLETICA AURORA       

Teresa Stasio: HINNA ATL. S.ANTIMO

 

Elezioni Fidal Campania

“Il Prof. Bruno Fabozzi è il nuovo Presidente Regionale della FIDAL per il quadriennio 2021/2024. Ai primi sei posti del Consiglio tutta la sua squadra.”

Classe 55 di San Marcellino (Caserta) il professore Bruno Fabozzi docente di Scienze Motorie al primo turno è stato eletto con 1236 voti alla presidenza regionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera). L’Assemblea Ordinaria Elettiva ha espresso il voto presso il Palazzetto dello Sport di Cercola, hanno partecipato al voto 117 società della Campania. Gli altri candidati arrivano a 611 voti Ugo De Marsico e a 518 voti Pietro Carpenito, Il successo di Fabozzi è continuato con l’affermazione di tutti i sei consiglieri appartenenti alla sua lista in più con la proclamazione come Revisore dei Conti con la dott.sa Rosanna Neroni con voti 1.266. Il neo presidente dopo la proclamazione ha dichiarato: <con il risultato ottenuto posso essere soddisfatto del progetto presentato accolto con entusiasmo dalle Società e presidenti, ringrazio tutti per avermi dato fiducia; la dedizione sarà la dote che porterà avanti il comitato per il prossimo quadriennio>. I Consiglieri di maggioranza: Amalia Di Martino - 1333 voti, Giuseppe D'Aponte - 1.278 voti, Rino Di Leo - 1.203 voti, Carmine Giuseppe Paone - 1.200 voti, Ciro Improta -1.179 voti, Marialisa Sannino - 1.170 voti. Per la minoranza 920 voti per Angelo Palmieri e 776 voti per Aldo Patruno. Ora tutti aspettano una nuova atletica campana.

 

CARTOLINA – Salvatore Antibo

“Atleta tra i mezzofondisti italiani più forti della storia, nel 1991

provò la mezza maratona con il risultato di 1ora.”

 

Salvatore Antibo, detto Totò (Altofonte, 7 febbraio 1962) giocava a calcio nella squadra del suo paese, a 16 anni dopo aver preso parte a una corsa campestre il prof. Gaspare Polizzi lo strappa al gioco del calcio per lanciarlo nel panorama dell’Atletica Leggera. L’atleta siciliano è raccontato da prestigiose firme in rinomati rotocalchi come l’africano bianco dalla capacità tecnica di aver rivoluzionato il mezzofondo rendendolo spettacolare e da batticuore e poi… fatti, risultati e vittorie epiche.

- Credo di non esagerare dopo essere rimasto ammirato delle cose che ho letto di Totò se scrivo al tergo della cartolina “Sei l’anima del romanzo di tutta l’Atletica” Felice di averti conosciuto e di aver scambiato alcune battute durante un pranzo in un noto locale Palermo zona porto in occasione della maratona un po’ di anni fa. Cordiali saluti-

Strano ma vero Totò Antibo con una carriera di trionfi e il record del mondo sfiorato a Helsinki nel ’89 non ha mai vinto un tricolore. In un’intervista rilasciata racconta di aver provato a Milano nel 1991 la mezza impiegando il tempo di 1h01’00 chissà con la maratona. Ha vestito i colori del CUS Palermo e delle Fiamme Oro. Dal 1982 al 1993 ha indossato per ben 33 volte la maglia azzurra. A partecipato a tre olimpiadi, quattro mondiali e tre campionati europei. Conta tre medaglie d’Oro, due di Argento e una di Bronzo.

Record nazionali:

5000 metri piani: 13'05"59 (Italia Bologna, 18 luglio 1990) (detenuto fino all'8 settembre 2020)

10 000 metri piani: 27'16"50 (Finlandia Helsinki, 29 giugno 1989) (detenuto fino al 6 ottobre 2019)

Record sulle distanze:

1500 m     3'43"49 (1988)

3000 m     7'43"57 (1991)

5000 m     13'05"59 (1990)

10000 m    27'16"50 (1989)

Tutte le sue vittorie sono incancellabili, quella che resta negli occhi di tutti è il 5000m disputato a Spalato dove fu vittima di una caduta nelle fasi iniziale, ma riuscì a raggiungere il gruppo e a vincere la gara allo sprint conquistando per l’Italia la medaglia d’Oro. Con l’augurio di averlo raccontato in breve come meritano i campioni veri.

 

 

ATLETICA: Per Maietta atleta di Caserta un probabile biglietto per Ancona in occasione del tricolore Indoor.

Il velocista, Giovan Battista Maietta, domenica sette febbraio in compagnia del tecnico Angelo Garofalo giunge nella città di Parma per correre la distanza dei 200 metri sul tartan dell’ impianto Centro Polivalente "Gino Lottici"; prova valida per accedere al Titolo Italiano Indoor nel tempio “Palaindoor di Ancona” la più grande struttura stabile per l'atletica leggera al coperto di tutta Italia in programma domenica 13 febbraio. Nella città dell’Emilia Romagna l’atleta di Caserta ha gareggiato in prima batteria scendendo in pista con la necessaria concentrazione sui blocchi e con l’orecchio vigile allo comando dello starter, dopo lo sparo l’Allievo ha curato l’appoggio e la falcata arrivando al traguardo con costante corsa fluida che lo distingue e fissa il display del cronometro con il tempo finale di 24”47 accredito poco più di una certezza per staccare il biglietto per Ancona in rappresentanza della Campania. Giovan Battista Maietta, originario di Marcianise è studente al Liceo Federico Querci, come atleta ha un completo percorso nella Categorie Promozionale. ora all’età di 16 anni affronta la più importante quella Assoluta. Le cronache sportive nel 2020 lo ricordano per il risultato ottenuto a Forlì dove ha conquistato la medaglia di bronzo in occasione del campionato Italiano Cadetti nella specialità dei 300 metri piani. Il giovane marcianisano corre con i colori bianco verde dell’Atletica Marcianise società capitanata dal tecnico e atleta Angelo Garofalo (foto)

 

CARTOLINA -  Gianni Poli

Maratoneta di straordinario esempio.

Pier Giovanni Poli, (BS) Lumezzane 5 novembre 1957 ex maratoneta, dal 1980 al 1994 conta intensi successi.

 

Eccomi ancora una volta il tracciare il profilo di un maratoneta italiano dai risultati ottenuti da un mix di elementi senza alcuno inganno che restano  ininterrotto amore per la corsa. La carriera di Pier Gianni Poli può essere paragonata a una stampa dalla voce ricca di colori e senza segreti. La prima affermazione, la ricerca mi porta al 1980 a Roma alla maratona di San Silvestro con un brillante quarto posto. Da quella affermazione, Poli resta ai vertici delle classifiche di rinomate maratone e lunghe distanze disputate in più città del mondo. La consacrazione di maratoneta Gianni Poli l’ottiene con i colori del “Club Sportivo San Rocchino Brescia” alla Maratona di Milano il 28 aprile del 1984 bloccando il cronometro in Piazza Duomo a 2h11'05" vincendo il primo titolo italiano di maratona con il miglior tempo nazionale lasciandosi alle spalle nomi celebri di: Alfio Ciceri, Armando Scozzari, Vito Basiliana e Mariano Penone. L’atletica fatta di risultati nel conto si trova la voce infortunio che costringerà il bresciano a rinunciare le Olimpiade di Los Angeles.

Chiedo scusa a chi sta leggendo se mi fermo con il racconto  per inserire un pensiero personale al tergo della cartolina (con veduta di Napoli). Oltre al saluto, forse con parole usate scrivo: “Gianni, erano in pochi a sapere che ho iniziato a correre con il largo popolo di Amatore prendendoti a modello ma con uguale sudore sul viso correndo nei lunghi viali del Reale Bosco di Capodimonte. Non posso non ricordarmi della gioia provata lo scorso Febbraio a Napoli riconoscendoti tra il pubblico festante, la stretta di mano scambiataci ha il valore dell’abbraccio, poi… l’intervista rilasciatami è l’autografo che ho sempre desiderato ricevere”.

I successi di Gianni Poli hanno contribuito al palmares dell’atletica italiana, con dodici le presenze in nazionale che restano un esempio nel mondo dello sport. Per circa un decennio è stato l'uomo di punta della classica distanza e di atleta noto per lo stile di corsa particolarmente tecnico, apprezzato anche dai non addetti ai lavori. Giusto ricordare il nome del prof. Gabriele Rosa, medico e allenatore, l’Argento agli Europei del 1990 e bronzo in Coppa del Mondo e Coppa Europa di maratona, Il quinto posto alla maratona di Boston (1988) dove registra il quinto posto con il tempo finale di2h09'33" durante la sua carriera ha migliorato per ben quattro volte il record italiano. Il panorama internazionale lo ricorda con l’Oro espugnato con il tempo finale di 2h11'06" alla Maratona di New York (Stati Uniti) una vittoria importante desiderata da ogni maratoneta, per Gianni è una doppia vittoria battendo il favorito l’australiano Rob De Castella, uno dei migliori maratoneti al mondo dell’epoca. Nelle interviste a fine gara e in quelle dei salotti televisivi, il lombardo Gianni Poli mette in risalto il successo italiano dimostrando di essere disponibile e anche un valido e attento interlocutore, lasciando trasparire le sue doti di umiltà e determinazione.

Con l’augurio di aver fatto cosa gradita e raccontata in modo corretto.

 

FIDAL: dopo anni di vecchio e antico arriva il nuovo con Stefano Mei presidente

L'ex mezzofondista azzurro delle Fiamme Oro vince al ballottaggio sul diretto avversario Vincenzo Parrinello con 4.134 voti in più.

  

Stefano Mei con una vittoria leale diventa il nuovo presidente della FIDAL per il quadriennio 2021-2024 a proclamarlo e stata dell’Assemblea Nazionale che si è svolta alla Fiera di Roma. Io e chi ha seguito la lunga diretta di “Atletica TV”, assistito gli interventi fatti e ascoltato i primi risultati che avvantaggiavano di gran lunga l’alto ufficiale delle “Fiamme Gialle” Vincenzo Parrinello non prevedevano in una vittoria di Stefano Mei con il ballottaggio. Invece con sorpresa il capovolgimento del risultato determinato con i voti della lista “La squadra” del candidato Roberto Fabbricini rimasto fuori dalla competizione dopo il primo scrutinio. Certo c’è da chiedersi per quale motivo la lista “La squadra” non si è astenuta dal secondo voto e pur votando, non tutti sono rimasti della stessa linea. Con la proclamazione del neo presidente qualcuno ha scritto: “l’atletica italiana ha scelto Stefano Mei a capo della FIDAL per il quadriennio 2021-2024.” Personalmente non sono d’accordo perché la analisi del voto da me sostenuta mi porta a scrivere: A scegliere Stefano Mei é stato “il nuovo” manifestatosi con coraggio dopo anni di vecchio e antico. L’ex mezzofondista emozionato ha dichiarato “Spero di poter essere il presidente che unisce, datemi fiducia e riusciremo a portare l’atletica dove deve stare” Ora che le pagine lo raccontano con il luminoso passato di Atleta e mettendo in risalto i risultati conseguiti a me resta il ricordo della mia cartolina inviatagli un po' di tempo fa e aggiungo AUGURI PRESIDENTE e BUON LAVORO

 

 

“Run for Love project Anna Cerbone”

Un segno di aiuto per il piccolo Vito

Dove ci sono cuori che battono, volontà e braccia laboriose, c'è speranza per chi ha necessità. Tra le tante brutte notizie che sono pubblicate quelle belle e ricche di amore fanno fatica per farsi spazio e per avere un trafiletto. Divulgarle è un dovere perchè significa dar man forte a storie positive e al gesto di solidarietà come quello fatto dalla società podistica “Run for Love project Anna Cerbone” capitanato dal 2013 da Gaetano Brilla. Mi piace indicarlo come Gruppo Podistico non nuovo nell’impegno di tendere la mano a chi ha necessità. La “Run for Love project Anna Cerbone” con i proventi del 5x1000 ricevuti per l’anno 2017 soldi che daranno la possibilità dopo l’anno buio come il 2020 di gestire con tranquillità e serenità le vive spese di società mettendo da parte il rimanente per poi spenderli in sorrisi per chi ne avrà bisogno. Nelle scelte, una è ricaduta con una cospicua somma partecipando all’appello fatto da “Lucia Colella” per il piccolo Vito il bimbo di quattro anni nato prematuro, al quarto mese di gestazione senza il braccino destro. Il desiderio di Maria e quello dei genitori di Vito è quello di mettergli una protesi per rendergli una vita quasi normale, attualmente ad oggi pare che il Servizio Sanitario Nazionale non prevede questa spesa ed ecco la “corsa” alla solidarietà dove hanno partecipato: gente comune, associazioni e il gruppo “Run for Love project Anna Cerbone” con l’augurio di altre donazioni per fare felice il bimbo Vito.

 

PODISMO SOLIDALE: Race for Life è più importante che mai.

Capua: Con “TUTTEinsieme” per arrivare al traguardo di stelle.

 

Doveva essere una gara sulla distanza di dieci chilometri trascorsa uguale alle due passate edizioni con il serpentone di podisti per le vie del centro storico di Capua la città antica in provincia di Caserta per tingerle di rosa, colore che da la speranza alle donne affette di tumore al seno. Contrariamente l’edizione programmata per 2020 è stata irreale e nemmeno corsa virtualmente per motivi che ben tutti conosciamo. Ugualmente i podisti capuani, campani e quelli di altre regioni non sono rimasti indifferenti all’invito di Immacolata Ingicco (in primo piano foto) presidente dell’a.s.d. “Volturnia Sport” partecipando con interesse e per il prestigio di arrivare all’immaginabile arco di donne care a tutti “traguardo di stelle”. L’adesione ha permesso di raccogliere ben cinquemila euro, devoluti totalmente all’Associazione "TUTTEinsieme" associazione di supporto alla Breast Unit dell'A.O.R.N. Antonio Cardarelli di Napoli, nata per volontà di un gruppo di pazienti affette da cancro al seno e dei medici che le hanno curate. La raccolta fondi, è stata favorita dall'acquisto del corredo RaceforLife terminata il giorno 31 dicembre. Nuovamente lo sport del Podismo non è rimasto indifferente alla solidarietà che necessita.

 

CARTOLINA – Stefano Mei

Società Fiamme Oro, mezzofondista di ottima resistenza e tecnica di corsa.

Scrivere una cartolina e una delle cose più belle, perché ti porta a pensare alla persona cui vuoi inviarla decidendo quale parola o frase gradirebbe. Per cartolina indento riepilogare con mie parole la storia sportiva di un personaggio che ha contribuito a fare grande l’Atletica Italiana e per lasciare al protagonista un personale breve messaggio.

La storia sportiva di Stefano Mei nato alla Spezia il 3 Febbraio 1963 inizia nel 1976 con i campionati studenteschi. Da quella prima apparizione fino al 1992 a fatto parlare di sé per aver conseguito titoli, medaglie, piazzamenti, vittorie e per aver vestito la maglia azzurra per ben 41 volte rappresentando l’Italia dell’Atletica Leggera in più paesi del mondo partecipando in tutte le manifestazioni che contano.

La ricerca fatta sul mezzofondista spezzino Stefano Mei, (allenato da Federico Leporati) due volte olimpionico, nonché campione europeo a Stoccarda nel 1986 sulla distanza dei 10.000 metri mi ha lasciato dentro un'emozione bella e infinita fino a guidare la mano a scrivere al tergo della cartolina “ Saluti alla celebrità che ha fatto parte della storia dello sport ”. Stefano Mei, è ricordato anche per aver stabilito una serie di record nella categoria giovanile. In quella Assoluta ha guadagnato con lo spirito messo in campo la fama di Atleta nella specialità del mezzofondo con la A maiuscola saldando prestazioni di interesse internazionale.

Ecco i migliori tempi:

800m        1'48"1 - 1000m. 2’20”04 – 1500m. 3’34”57 - 1500m. indoor 3'39"55 - 1500m. outdoor 3'34"57 - 2000m. 4'58"65 3000m. 7'42"85), indoor 7'46"46 – 5000m. 13’11”57, 10.000m. 27’43”97. Nel 1986, ai Campionati Europei di Stoccarda vince la medaglia d'oro nei 10000m. tripletta azzurra, con Cova e Antibo e quella d'argento nei 5000m. Sempre nel 1986, si aggiudica ai campionati europei indoor di Madrid la medaglia d'argento nei 3000m. Durante la carriera come ogni campione non sono mancati gli infortuni, e nonostante una ridotta preparazione, riesce comunque a classificarsi al settimo posto nella finale olimpica di Seul nei 5000m. che resta il miglior risultato sulla distanza di un atleta italiano. Nel 1990, ai Campionati Europei di Spalato vince la medaglia di bronzo nei 10000m. Mei, terminata la carriera agonistica, si è impegnato come dirigente sportivo. Nel 2001 è eletto nel Consiglio Federale, e nello stesso anno riceve la nomina di consigliere nazionale del CONI. Nel 2003 è nominato alla presidenza dell'Associazione Italiana Olimpionici. Nel 2008 è riconfermato al Consiglio Nazionale della FIDAL Coprendo l’incarico di Presidente della Commissione Atleti della Federazione. Ai fini del suo passato sportivo e per il continuo impegno gli è stato conferito la Medaglia d’Argento al Valore Atletico e la Stella d’Oro al Merito Sportivo del C.O.N.I.

Il palmares lo ricorda:

1984

Semifinalista ai Giochi Olimpici di Los Angeles 1500m  3’37”96”.

7° posto Europei Indor a il Pireo nei 1500m  3’41”26”. 

Tricolore 5000m.

1985 

Oro Universiadi a Kobe 5000m. 13’56”48”.

Tricolore nei 1500m. e 3.000m.        

1986

Argento Europei Indoor a Madrid 3000m. 7’59”12”.

Oro e Argento Europei di Stoccarda 10.000m. 27’56”7 e nei 5000m. 13’11”57.

Tricolore nei 3000 e 5000 metri.

1988

7° ai Giochi Olimpici di Seul 5000m. 13'26"17”

1989 

8° ai Mondiali Indoor di Budapest  3000m. 7'53"73”.

Oro Universiadi Duisburg 5000m. 13'39"04”.

Tricolore nei 1500m. e 3.000m.

1990

Bronzo Europei Spalato “10.000m. 28'04"46”

1991

Tricolore 5000m.

Non è stata una superficialità mancare altri valevoli risultati, ma come ho già scritto in passato una cartolina non ha lo spazio di una lettera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

___________________________________________________________________________________________

Podismoincampania.it non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Giuseppe Sacco autore del portale non e' responsabile dei siti collegati tramite links ne' del loro contenuto, anche fotografico, che può essere anche soggetto a variazioni nel tempo da parte dell'editore originario. Testi, immagini e filmati a corredo dei post sono pubblicati con finalità esclusivamente informative. Podismoincampania.it non vuole in alcun modo ledere il copyright né qualsiasi altro diritto, pertanto, qualora i titolari di tali diritti fossero contrari alla pubblicazione dei suddetti contenuti testuali e fotografici, chiede di segnalarlo ai fini d’una rapida rimozione degli stessi. Inoltre rende noto che non prende compensi per ogni forma di promozione, ogni argomento trattato proviene da Facebook

Email di corrispondenza: info@podismoincampania.it